Pin It

Coppito è l’'antica “Poppletum”, dista 3 chilometri dall’Aquila, si trova tra la Strada Statale 80 per Teramo e la Strada Statale 17 per Antrodoco, posto ai piedi del colle della Madonna delle Grazie, è l’'antica “Poppletum”, castello fondatore dell’Aquila, la cui chiesa di San Pietro divenne nel capoluogo una delle chiese capoquarto.

Sono visibili i resti di un castello inglobato in una residenza, nel XIII - XIV secolo, e dell'’antico centro di “Poppletum” di cui si hanno molte riutilizzazioni.

Il nome Coppito deriva dal latino “Poppletum” ovvero pioppo, l’albero che dava il nome all’antica cittadina in quanto particolarmente fiorente nella zona.

All’ingresso del paese, in prossimità di un ponte e sulla sponda del fiume Aterno, sorge la chiesetta medievale della Madonna delle Grazie, anticamente San Pietro, festeggiata il 5 agosto.

In stile romanico ogivale, consacrata nel 1122 dal vescovo Dodone di Rieti, per il cui portale fu usato un architrave proveniente da un monumento pagano: si tratta di una rara struttura architravata, forse proveniente da un edificio funebre di Amiternum, anche l’'incorniciatura alta delle tre absidi è un esempio di tipico riuso di elementi romani: infatti, la cornice, dentellata e a pezzi, è stata apposta a piccoli tratti lungo la curva delle absidi.

Questa chiesa subì varie trasformazioni, tra cui un generale rifacimento nel secolo XVIII. Per quanto riguarda il riutilizzo di elementi romani è possibile notare parte di essi in residenze minori di Coppito, come nel palazzo che ospita le “Salette aquilane” il quale conserva intatto il portale d'’ingresso di linee cinquecentesche, mentre l’'aspetto generale è più vicino a forme settecentesche.

Vicino la chiesetta sorge una fontana ottocentesca.

Nei pressi è la chiesa medioevale della Madonna del Ponte, situata vicino ad un’antica fonte.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna