Stampa
Visite: 1878

Miracolo a Lourdes

donna guarisce da sclerosi multipla

Sarebbe il sessantottesimo miracolo nel santuario dedicato alla Madonna più famoso al mondo e forse non è una coincidenza che il fatto sia accaduto pochi giorni prima dell’inizio del mese Mariano.

La donna, di cui il Bureau Medical ha acquisito la documentazione medica per esaminare il caso, si chiama Rosa Mollica, residente a Ripi in provincia di Frosinone, e il quotidiano “La Provincia”, ha pubblicato la sua storia.

Sposata e madre di due figli, è stata colpita dalla malattia vent’anni fa.

Lo scorso 27 aprile è arrivata a Lourdes, assieme ad altri pellegrini, di cui alcuni iscritti all’Aism, Associazione Italiana Sclerosi Multipla.

Dopo la partecipazione alla Messa i malati si sono immersi nelle piscine della grotta, per tornare poi in albergo, la signora Rosa però giunta nei pressi della camera si tocca una gamba, e dice alle persone vicine di sentire un formicolio all’arto «mi pare di sentire qualcosa alla gamba… sì, sento qualcosa», ha esclamato emozionata.

A questo punto ha gettato la stampella che utilizzava da anni e ha iniziato a camminare normalmente.La notizia si è diffusa in un lampo, ed Enrico Esposito, responsabile dell’associazione Siloe che aveva organizzato il pellegrinaggio ha subito avvisato il Bureau Medical, il collegio di medici incaricati di vagliare le segnalazioni di grazie e guarigioni nel santuario francese, consegnando la documentazione medica che la signora, come tutti gli altri malati, aveva con sé.

La donna ha continuato a camminare, sorprendendo tutti è scesa dal treno senza usare l’apposita passerella per i malati.

«Sì, confermo tutto – ha dichiarato Paola Mastronardi, presidente della sezione Aism di Frosinone – la nostra amica all’improvviso ha lasciato il bastone e ha iniziato a camminare da sola.

Qualcosa di prodigioso è avvenuto, ma non sta a noi parlare di miracolo.

Saranno i medici a chiarire ogni cosa».

Gioia, ma anche prudenza, emerge anche dalle parole del vescovo di Frosinone, Ambrogio Spreafico: «Siamo molto contenti, anzi felici che la signora stia meglio.

Siamo vicini con simpatia a questa donna e alla sua famiglia.

Ma prima di parlare di miracolo dobbiamo attendere il responso del Bureau Medical di Lourdes, e quindi istituire una commissione diocesana.

Soltanto al termine di questo iter, dopo aver vagliato ogni elemento, ci si potrà pronunciare su quanto avvenuto».