Incidenti minerari

Vogliamo ricordare alcuni incidenti minerari. Purtroppo non sono gli unici, ce ne sono stati tanti, tantissimi. La nostra speranza è che non succedano mai più. Mai più.

  • 1906, 10 marzo - Miniera di carbone - Un'esplosione di polveri di carbone nella miniera di Courrières nel nord della Francia. Il bilancio è di 1099 morti, tra cui molti minatori bambini.
  • 1907, 6 dicembre - Un'esplosione di grisu nella miniera di Monongah in Virginia occidentale, negli stati Uniti. Il bilancio è di 900 morti.
  • 1913, 22 ottobre. - Disastro di Dawson. La catastrofe si verificò quando un'esplosione disintegrò la miniera n.2 facendo vibrare il suolo sino a quasi 4 km. di distanza. Restarono uccisi 263 minatori e altri 2 della squadra di soccorso morirono durante le operazioni di aiuto. I minatori italiani erano la maggioranza: 146 di essi perirono in tale sciagura. Gli investigatori delle autorità preposte stabilirono che era stato usato esplosivo di tipo non consentito dalla legislazione mineraria e i minatori non erano sufficientemente lontani dal sito dove furono poste le cariche esplodenti, contrariamente a quanto contemplato dalle leggi. Inspiegabilmente nessun dirigente minerario fu indagato, quindi le miniere ripresero a funzionare in quello stesso anno dopo alcuni provvedimenti per garantire maggior sicurezza di lavoro ai minatori
  • 1942, 26 aprile - Miniera di carbone - Un'esplosione di gas e polveri di carbone nella miniera di Benxihu (Honkeiko) Colliery, localizzata a Benxi, Liaoning, Cina. Il bilancio è di 1549 morti.
  • 1956, 8 agosto. - In una miniera di carbone situata a Marcinelle, nei pressi di Charleroi, in Belgio. L'incidente provocò 262 morti su un totale di 274 uomini presenti nella miniera. Per numero di morti nella storia dei minatori italiani emigrati, questa sciagura è la terza più cruenta disgrazia dopo quella di Monongah e il disastro di Dawson.
  • 1965, 28 maggio - Miniera di carbone - Un incidente nella miniera di Dhanbad a Jharkhand, in India. Il bilancio è di 300 morti.
  • 2005, 19 marzo - Miniera di carbone - Un'esplosione per una fuga di gas, nella miniera di Xishui a Shuozhou in Cina.
  • 2005, 19 marzo - Miniera di carbone - Un'esplosione nella miniera di Sulongsi, contea di Fengjie in Cina.
  • 2005, 28 novembre - Miniera di carbone - Un'esplosione di grisù con conseguente blocco impianti di aerazione, nella miniera di Dongfeng, nel Comune di Qitaihe (provincia di Heilongjiang), nel Nord-Est della Cina. Il bilancio è di 134 morti.
  • 2007, maggio - Miniera di carbone - Incidente nella miniera di Yubileynaya, in Russia. Il bilancio è di 39 morti.
  • 2007, 8 dicembre - Incidente nella miniera di Ruizhiyuan, nella provincia di Shanxi in Cina. Il bilancio è di 105 morti.
  • 2009, novembre - Miniera di carbone - Incidente nella miniera di Xinxing, a Hegang in Cina. Il bilancio è di 87 morti.
  • 2010, 8 maggio - Miniera di carbone - Un'esplosione per una fuga di gas metano, nella miniera Raspadskaya, nella regione siberiana di Kemerovo. Il bilancio è di 60 morti.
  • 2010, 5 agosto - Miniera di oro e di rame, a San Josè di Copiapò, nel Nord del Cile. Causa il crollo in un condotto, 33 minatori rimangono prigionieri in una specie di salone, a circa 700 metri di profondità. Sono stati tratti in salvo uno alla volta: il primo, dopo un quarto d’ora di viaggio dentro la capsula Fenix, è arrivato in superficie alle ore 0,11 del 13 ottobre. Alle 2,56 esce l’ultimo minatore, mentre il soccorritore che era sceso per aiutare i maniatori, risale in superficie alle ore 5,21 del 14 ottobre

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna