Governi e contraddizioni

di Tonino Anzini

On.le Massimo D’Alema… è proprio convinto che il Governo sia senza linea?...

 

Ho letto che Ella, prendendo spunto dalla crisi libica, scrive che bisognerebbe fare i conti con gli errori che in qualche misura hanno coinvolto una visione "securitaria" sia sul fronte energetico sia su quello del contenimento di un pericolo islamico.

 

Eppure, continua il nostro carissimo amico D'Alema, nelle dittature certi stati europei hanno "beccato" interlocutori più comodi per poter essere sicuri da parte italiana.

Così, sottolinea D'Alema, l'Italia andrebbe a rimorchio anziché essere uno dei paesi protagonisti degli avvenimenti passati in una enorme confusione.

Ecco che viene messo in fila anche il Presidente dei deputati berlusconiani o meglio ancora del Pdl.

Il neocolonialismo, continua l'On. D'Alema, sia mirato dalla Francia.

Entra per spiegare da parte sua il Presidente dei Senatori del Pdl, Maurizio Gasparri, dice di non aver nessun imbarazzo quando è venuto in Italia Gheddafi ed averlo salutato lo scorso anno anche con un baciamano, cosa che viene fatta nella Libia.

L'Idv, partito irresistibile, con il suo portavoce, commenta anche Berlusconi per aver baciato anche egli la mano di Gheddafi.

Che sia stato un segno di educazione da parte del nostro Presidente del Consiglio credo ancora che sia proprio vero.

D'altronde le amicizie possono essere bruciate da una persona come Gheddafi...

Carissimo D'Alema la prego di ricordarsi che i veri uomini di Sinistra dopo la seconda guerra mondiale ci sono stati...

Adesso credo, e sono convinto, che si tratta di sinistroidi capaci solo di scivolare....

Magari soltanto per togliere "Berlusca !" .

E poi si vedrà magari con un rientro del signor Prodi... Speriamo tutti che non avrà baciato le mani degli americani