La libertà tua e quella degli altri

di Gino Di Tizio 

La notizia che il Pubblico Ministero aquilano Simonetta Ceccarelli ha chiamato sul banco degli imputati il parlamentare Giovanni Lolli, il sindaco dell’Aquila Massimo Cialente e  altre 13 persone, contestando loro il reato di interruzione di pubblico servizio per aver occupato il tratto autostradale tra i caselli dell’Aquila Est - Tornimparte per circa due ore, insieme a circa 4 mila manifestanti, merita di diventare argomento di analisi ed anche, perché no?,  di riflessione su quello che deve essere il comportamento di chi gestisce la cosa pubblica.

Continua, leggi tutto...