Stampa
Visite: 1614

La Signora di Introd

Scheletro di 5.000 anni fa scoperto vicino ad Aosta

Risale al terzo millennio avanti Cristo lo scheletro di una donna, ribattezzata “La Signora di Introd” scoperto nei giorni scorsi a pochi chilometri da Aosta durante un sondaggio archeologico.  

Ben conservato, nella fossa funeraria, era rannicchiato sul fianco destro e col capo rivolto a nord ovest.

Il ritrovamento è avvenuto durante i lavori di ampliamento della scuola di Introd, piccolo paese famoso per aver ospitato più volte le vacanze di Papa Wojtyla e Papa Ratzinger.

Situato in una zona 'sensibile' dal punto di vista archeologico per la presenza nelle vicinanze di edifici storici (il Castello, la chiesa parrocchiale, l'antico granaio e la cascina L'Ola), il cantiere ha richiesto ulteriori approfondimenti che hanno portato alla luce la tomba.

Lo scheletro - che era privo di oggetti di corredo - è stato fotografato e immediatamente trasportato in laboratorio dove a breve verranno effettuate analisi osteo-archeologiche e antropologiche utili a definirne l'età, l'abituale alimentazione e le eventuali patologie.

Nella fossa funeraria sono anche stati 'prelevati' campioni di terreno per verificare la presenza di particolari essenze vegetali deposte insieme al corpo della defunta.

A fare la scoperta sono stati i tecnici della Sovrintendenza ai beni culturali della Regione Valle d'Aosta, specializzati in questo genere di indagini archeologiche.

Nella fase iniziale del sondaggio è stato asportato un primo livello agricolo e successivamente e' stata intercettata la sepoltura: gli stessi tecnici - in base alla tipologia e alla posizione del defunto nella tomba - l'hanno datata approssimativamente al terzo millennio a.C..(Ansa)