Stampa
Visite: 1821

 

La chiesa di Santa Sofia a Kiev, la capitale dell’Ucraina, iniziata nel 1037, venne disegnata per emulare lo splendore delle chiese bizantine, riflettendo la percezione della cristianità dell'Impero Bizantino
Il tempio, fino al 1240, era per dimensioni il secondo dell'intera Cristianità.

E’ dedicato alla "Santa Sapienza", come la grande cattedrale di Hagia Sophia a Istanbul.

Gli ingegneri bizantini che la costruirono dovettero rinunciare alla pietra e usare esclusivamente mattoni su un terreno che non era abbastanza solido.

La cattedrale, nel corso del tempo, ha perso alcuni dei corpi costruttivi ed è oggi più modesta rispetto alla costruzione originale.

E’ uno dei pochissimi monumenti di Kiev che siano stati risparmiati dalla guerra.

Il fatto è notevole anche perché i suoi stupendi affreschi, risalenti al secolo XI, costituiscono il più antico documento di pittura russo-bizantina esistente.

E’ stato il primo sito ucraino ad essere inserito tra i Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO.