Pin It

Fuocoammare di Rosi vince "L'Orso d'oro"

di Mario Valenza*

Fuocammare, il docufilm che Gianfranco Rosi ha dedicato al dramma dei migranti che attraversano il Mediterraneo e tentano di arrivare a Lampedusa, ha vinto l’Orso d’Oro della 66esima edizione della Berlinale.

In lizza 18 film, ma il documentario è stato molto applaudito e la rivista Screeen lo ha giudicato il migliore in corsa.

Granfranco Rosi ha dedicato il premio alla "splendida e genrosa gente di Lampedusa".

Con la vittoria di Fuocoammare di Gianfranco Rosi l’Orso d’oro del festival di Berlino torna all’Italia dopo quattro anni, quando - era il 2012 - ad aggiudicarsi il premio erano stati i fratelli Paolo e Vittorio Taviani con ’Cesare deve morirè.

Fuocoammare, che il regista, Leone d’oro a Venezia con ’Sacro G.r.a.’, ha girato nel corso di un anno e mezzo a Lampedusa, documentando da un lato la vita sospesa di alcuni suoi abitanti e dall’altro quella drammatica dei migranti in esodo verso l’Europa, aveva colpito sin dall’inizio critica e pubblico del Festival, da sempre molto attento a temi politici.

Infine il premier Renzi ha commentato così la vittoria di Rosi su Twitter: "Berlino premia Gianfranco Rosi, il suo talento e la poesia dell'accoglienza.

Wwww.ilgiornale.it

tuttti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna