Pin It

Piazzole private

Le piazzole di sosta destinate ai veicoli commerciali per consentire il carico e scarico merci, sono inutili.

Quando le città non erano ancora metanizzate, sulle strade circolavano molti veicoli a tre ruote, le famose “Ape” della Piaggio, adibite alla consegna delle bombole del gas.

L’autista-facchio-tecnico parcheggiava l’Ape nella piazzola di sosta, prendeva la bombola e saliva nell’appartamento del cliente.

Installata la nuova bombola e provata la regolare accensione dei fornelli, tornava al suo veicolo per una nuova consegna.

Scomparsa l’Ape, oggi le consegne a domicilio sono effettuate tramite furgoni specifici: ogni settore merceologico ha il suo tipo di veicolo.

Molte consegne avvengono quotidianamente e con ritmi molto veloci, per cui il furgone generalmente viene lasciato in seconda fila, l’addetto scarica la cesta del prodotto, una firma e via per la consegna successiva.

Normalmente sono le piccole attività commerciali ad usufruire di questi servizi, mentre i supermercati sono riforniti tramite i TIR: la mattina presto gli addetti al supermercato “prenotano” con cassette varie il marciapiede prospiciente il negozio.

In conclusione, oggi le piazzole di sosta per carico e scarico merci sono inutili.

Allora eliminiamole e destiniamo questi spazi alla sosta degli autoveicoli privati, anche perché in massima parte sono diventate di proprietà privata degli esercenti vicino ad esse, che le impegnano per tutta la giornata, facendo finta di non sapere la differenza fra “sosta” e “parcheggio”.

Non è raro il caso che l’esercente di turno telefona ai Vigili Urbani per segnalare la presenza di un veicolo in questi spazi.

Gli stessi vigili poi, dopo la multa, danno disposizione per la rimozione forzata del veicolo.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna