LE TURISTE STRANIERE BOCCIANO GLI ITALIANI IN “CUCCAGGIO” 

Da un’inchiesta pubblicata su Vie del Gusto, ben 8 su 10 reputano tramontata l’era del Latin Lover italiano che ha perso il suo savoir faire e la sua virilità, abbandonandosi a comportamenti infantili 

Era il lontano 1986 e Madonna consacrava nel mondo il mito del “latin lover” italiano sfoggiando, nel video del suo successo internazionale “Papa don’t preach”, la t-shirt “Italians do it better”. Ora, invece, qualcosa sembra essere cambiato e la reputazione del seduttore tricolore non è più quella di 25 anni fa.

In spiaggia lotta all'ultimo gadget

C'è la coda a sfoggiare le novità più trendy:

dalla bolla trasparante al lenzuolo alla menta contro le zanzare

di Roselina Salemi

Arrivano puntuali ogni estate, mode strane o curiose, alcune sinceramente dimenticabili. Ci sono stati il clic-clac e il frisbee, ci sono stati i tatuaggi con l'hennè e il boom del massaggio ai piedi.

Non è obbligatorio partecipare. Ma vuoi non sapere che cosa è una Waterball e guardare con gli occhi sbarrati un Pomodone? Nell'epoca dell'on-line costante, non ci può disconnettere. Poi si può decidere di dire «Io non ci sto».

"Donne? tradiscono di più quelle sui cinquanta"

È donna e ha circa cinquanta anni.

Ecco chi tradisce di più durante l’estate tra il gentil sesso.

A sostenerlo è Elena Sorrento, psicologa, psicoterapeuta e sessuologa. L’uomo non si smentisce e mantiene il primato in tema di relazioni extraconiugali.

Mentre però il maschio tradisce a tutte le età e in tutte le stagioni, la donna è attratta da altri uomini in modo particolare intorno ai cinquanta e questo desiderio di nuove esperienze non le passa con gli anni, cosa che invece accade agli uomini.

La vecchia radio
ha conquistato il popolo della Rete

Con i cellulari di ultima generazione le emittenti invadono Internet.

E ti seguono ovunque

di Bruno Ruffilli

La seconda vita della radio passa per il web: mentre le frequenze Am si spopolano e quelle Fm sono sempre più affollate, nella Rete il numero delle stazioni radio cresce costantemente.

Sono emittenti tradizionali che provano a raggiungere nuove fasce di utenti, oppure realtà esplose con la diffusione della banda larga, necessaria per poter ascoltare musica con una buona qualità audio.

Il successo della radio?
Solo perché è morta
 

di Gianluca Nicoletti

Ancora una volta si torna a parlare della vecchia signora radio. Come sempre per complimentarsi della sua longevità.

In realtà la modernità della radio non è l’ultimo marchingegno che abbia integrata la funzione di poter ascoltare qualcosa che tiene in memoria, o capta nell' etere, o travasa da un server messo chissà dove.

La radio ha compiuto un passaggio fatale che ancora le attribuisce un primato assoluto tra gli altri media: la radio è morta. Per la radio morire ha significato liberarsi della pesantezza di un hadware che la definisse.