È allarme "mal d'amore"

Al rientro dalle vacanze può soffrirne 1 italiano su 2

C'è chi parte con l'obiettivo di rilassarsi e chi va a caccia di avventure, chi ricerca una relazione a tutti i costi e chi ne farebbe volentieri a meno. Fatto sta che d'estate diventa una "mission impossible" dire di no alle lusinghe di Cupido.

Per 6 italiani su 10 è molto più facile innamorarsi durante le vacanze, anche se purtroppo la delusione è dietro l'angolo. Sì perché nel 74% dei casi le storie d'amore nate in vacanza non superano i due mesi di vita, nonostante gli ultimi ritrovati tecnologici che abbattono le distanze.

Il risultato? Un terribile "mal d'amore" che potrebbe coinvolgere ben 1 italiano su 2 al rientro dalle ferie.

L'egemonia culturale del Gabibbo

Un libro di Panarari elegge gli intellettuali di oggi:

Signorini e De Filippi. Ed è subito rissa

di Alberto Mattioli

Al dibattito mancava solo il contributo dell'unico intellettuale rosso rimasto in Italia: il Gabibbo.

E puntualmente ieri l'altro il pupazzo vendicatore ha detto la sua in prima pagina sul Riformista: «Compagni, Drive in non si tocca».

 

E giù una serqua di frustate sulla «cricchetta dei besughi» che fa discorsi «al livello di Fantocci».

Parolacce? Ok, se le usano i giovani

Lo ha deciso una sentenza della Cassazione

di CONCETTA RUOTOLO.

Secondo la Cassazione, parolacce, insulti ed offese possono essere tollerate, se usate dagli under 40. Insomma, essere giovani è questione di slang.

E’ così soprattutto per gli adolescenti, costantemente alla ricerca di un senso, di una spiegazione e di una direzione, lungo il faticoso percorso che li porta a costruire la loro identità; il loro maggiore bisogno è sentirsi accettati, riuscendo a sviluppare senso di appartenenza e condivisione.

Prima la notizia che la stella di Twitter è Britney Spears, ora il superamento della soglia psicologica dei dieci milioni di fan raggiunta per la prima volta su Facebook.

E anche stavolta si tratta di una popstar femminile: Lady Gaga.

D’altronde al contatore dei “mi piace” non si sfugge.

Con un piccolo click ci si iscrive virtualmente al popolo di sostenitori di un personaggio pubblico.

Se fossimo in grado di spiegare qualsiasi cosa, il nostro mondo non avrebbe più nulla da dire (Nida). Primo Congresso Nazionale delle Investigazioni Paranormali con Rosemary Laboragine "Oltre ogni ragionevole dubbio" Promosso dalle Edizioni Damiano a Roma.