Pin It

Giovanni TriaLa crescita in Italia nel 2019 si avvia "verso lo zero"

Lo ha detto il ministro dell'Economia Giovanni Tria intervenendo al Festival dell'Economia civile a Firenze.

"Siamo di fronte -ha detto il titolare di via XX Settembre - a un rallentamento della crescita in tutta Europa.

Si è fermata la Germania e di conseguenza si è fermata la parte più produttiva dell'Italia.

Ora siccome l'Italia da anni cresce un punto in meno degli altri paesi europei noi ci avviamo verso lo zero".

"La crescita è necessaria ma non sufficiente - ha osservato il ministro - però ci vuole la crescita. Ci può essere una crescita non inclusiva ma diretta, con un modello sbagliato che porta alla non crescita.

Serve una crescita equilibrata, non squilibrata. L'impatto di una crescita squilibrata ha conseguenze anche sociali".

E sui conti pubblici ha sottolineato che "non c'è stabilità finanziaria senza stabilità sociale".

Quanto all'ipotesi di una manovra correttiva, ha spiegato il ministro, "nessuno ce la chiede".

Tria si augura invece che il decreto sblocca cantieri, "venga approvato subito, anche prima dell'approvazione del Def".

"In questi giorni - ha aggiunto il ministro - si approveranno i decreti sblocca cantieri e poi le misure necessarie per contrastare la stagnazione, questo rallentamento.

Spero anche prima del Documento economica e finanziaria".

*www.adnkronos.com   

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna