TRE TERAMANI COLLABORANO ALLA REALIZZAZIONE DEL SITO INTERNET DEL CHITARRISTA DEI NOMADI, CICO FALZONE.

Teramo, 28 ottobre 2009

Il 25 ottobre scorso si è tenuta in provincia di Parma la cerimonia di inaugurazione del sito internet dedicato a Cico Falzone, chitarrista dello storico gruppo dei Nomadi, anche alla presenza del fondatore e tastierista Beppe Carletti.

L’opera, che ha ottenuto unanimi apprezzamenti, è visibile all’indirizzo internet www.cicofalzone.it è stata curata da 4 giovani professionisti di cui 3 teramani, Gabriele Marcangelo per la grafica e il web design, Luciano Di Leonardo per il web development, e l’Avv. Berardo Di Ferdinando che ha curato gli aspetti legali del sito.
Il sito è stato progettato, sviluppato e realizzato dal team teramano in pochi mesi grazie ad un accurato lavoro di squadra, ed è stato occasione anche per dare aiuto all’Associazione Augusto per la Vita, nata in memoria del Leader del gruppo
Augusto Daolio, scomparso prematuramente nel 1992.

l’Avv. Berardo Di Ferdinando
328.478.64.14
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il Risorgimento

Quotidiano fondato da Camillo Benso conte di Cavour  e da Cesare Balbo, il primo numero esce il 15 dicembre 1847,Deve la sua fama a Cavour: la mente organizzativa e vulcanica, il primo direttore e l’ispiratore diretto.

Si può dire che Il Risorgimento è stato il trampolino per l’ascesa al potere del grande Statista.

Attorno a Cavour vi erano Michelangelo Castelli, Pietro di Santa Rosa, il banchiere Filippo Galvagno, barone Petitti di Roreto e altri esponenti del liberalismo piemontese, tra cui Roberto d'Azeglio, Pier Carlo Boggio, N.A. Castelli, Filippo Cordova e G. Torelli. Termina le sue pubblicazioni nel dicembre 1852

Il più antico quotidiano del mondo

si è piegato all'era digitale. 

 

La Reale Accademia Svedese di Lettere,  composta anche dalla Regina Christina di Svezia e dal Cancelliere Axel Oxenstierna, ha fondato nel 1644 il Post-och Inrikes Tidningar (PoIT). 

 

Dall'inizio del 2007 ha smesso di essere stampato su carta ed è pubblicato esclusivamente online. 

I collaboratori storici del quotidiano non sono affatto contenti di tale scelta editoriale: Hans Holm caporedattore per più di vent'anni ha dichiarato che "è un disastro culturale ed è davvero una cosa triste vedere che adesso cambierà tutto".

L'attuale caporedattore, Roland Hägglund, ha tutt'altro punto di vista a quanto sembra dalla dichiarazione "si tratta di una tendenza naturale.

Per noi è un momento appassionante, una nuova partenza, anche se alcuni rimarranno tristi dalla nostra decisione. Internet andrà a dare un soffio di modernità al giornale, che fino ad ora era disponibile solo per abbonamento.

I nostri lettori cresceranno in modo esponenziale da tutto il mondo, e non importa che ci leggeranno gratuitamente.

Sappiamo bene di avere un compito importantissimo: portare avanti un quotidiano, anche se in un'altra forma, che ha fatto la storia dell'informazione legale".

Le Petit Journal 

 

Il quotidiano “Le Petit Journal” è stato fondato a Parigi nel 1863 da Moïse Polydore Millaud ed è  pubblicato fino al 1944. 

E’ stato il primo quotidiano al mondo a superare il milione di copie, dal 1886  alla fine del secolo. 

Nel 1891 crea la corsa ciclistica Parigi–Brest–Parigi.

La prima edizione è stata vinta da Charles Terront 

Ha organizzato la prima corsa automobilistica della storia: Parigi–Rouen, effettuata il 22 luglio 1894 e vinta dal conte Jules de Dion, a bordo di una vettura De Dion

Il periodico milanese “Il Conciliatore”, finanziato da Porro Lambertenghi e Federico Confalonieri, ricchissimi proprietari terrieri lombardi, ed edito con cadenza bisettimanale dal 3 settembre 1818 per 118 numeri, era stampato da Vincenzo Ferrario su carta azzurra.

Fra i suoi redattori Silvio Pellico, Giovanni Berchet, Adeodato Ressi, Ludovico di Breme, oltre a Gian Domenico Romagnosi, Melchiorre Gioia.

Ha smesso le pubblicazioni causa la censura austriaca.