Pin It

Cina sfiora 400 milioni di internauti

Mentre Google minaccia di andarsene dal Paese, il governo assicura che la vicenda non avrà impatto sulle relazioni economiche con gli Usa Gli internauti cinesi hanno raggiunto i 384 milioni alla fine del 2009, come dimostrato dai dati ufficiali resi noti alcuni giorni dopo la decisione di Google di ritirarsi dal Paese. Il rapporto, pubblicato dal China Internet Network Information Center (www.cnnic.net.cn), sottolinea che in Cina il mercato della rete, che Google ha dichiarato di voler abbandonare a causa della censura e della pirateria informatica, è in continua crescita.

Per tutto il 2009, il numero degli utenti ha raggiunto gli 86 milioni, più del totale della popolazione tedesca, registrando una crescita del 28,9% rispetto alla fine del 2008. L’indagine, basata sulle dichiarazioni dei cittadini che hanno detto di essere entrati in rete negli ultimi sei mesi, ha dimostrato che gli utenti rappresentano il 29% della popolazione.

Tali numeri fanno della Cina la più grande comunità online, più grande dell’intera popolazione statunitense anche se, sebbene il numero di utenti continui a crescere, in confronto ai Paesi sviluppati il livello di crescita è ancora lento. Negli Stati Uniti, per esempio, il 79% della popolazione utilizza Internet mentre in Corea del Sud è il 77%. Il tasso di crescita cinese ha subito un rallentamento dal 2008, anno in cui si era registrato un +41,9%. Nel 2002, la Cina registrava 59 milioni di utenti.

Con l’espansione della rete 3G, più di 120 milioni di persone hanno usufruito di internet tramite cellulare. Secondo il rapporto, infine, il numero di persone che si serve di internet per prenotare un viaggio e fare movimenti bancari cresce del 68% anno dopo anno.

Intanto il governo assicura che la vicenda Google non avrà impatto sulle relazioni economiche con gli Usa. «Qualsiasi decisione prenderà Google, non avrà ricadute sui rapporti commerciali ed economici tra cina e stati uniti», ha detto il portavoce del ministero del commercio, Yao Jian. «I due paesi hanno molti canali di comunicazione. Abbiamo fiducia nel sano sviluppo di relazioni economiche e commerciali con gli Usa», ha aggiunto. Google minaccia di andarsene dalla cina, abolendo l’autocensura imposta dalle autorità cinesi dopo ripetuti attacchi da parte di hackers. Ieri Pechino ha dichiarato che le società Internet sono benvenute «purchè rispettino le leggi».

www.lastampa.it

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna