Stampa
Visite: 1226
I pericoli della rete: come difendersi

Vediamo quali sono le truffe più comuni e scopriamolo.

I pericoli più grandi di internet non sono i virus ma le truffe che tentano di ingannarvi per ottenere le password di accesso ai vostri conti correnti e ai vostri dati per sottrarvi denaro o rubarvi l'identità.

In genere questo genere di truffe dette anche phishing cominciano con un innocuo messaggio di posta elettronica che vi invita a collegarvi a un sito per inserire le vostre credenziali con una scusa. Nella maggior parte dei casi si tratta di siti contraffatti di banche famose, anche italiane. Bisogna stare attenti anche dove si acquistano dei beni, infatti ci sono negozi creati unicamente per rubare i numeri di carte di credito. Come difendersi? Vediamo quali sono le truffe più comuni e scopriamolo insieme in dieci passi.

Le banche e le carte di credito a volte mandano messaggi di posta elettronica per pubblicizzare i loro servizi, ma fate sempre attenzione, potreste ricevere un messaggio che solo in apparenza proviene dalla vostra banca e che in genere vi dice che si sono stati accessi fraudolenti al vostro conto e vi invitano a collegarvi per controllare. Oppure vi dicono che hanno avuto problemi tecnici e vi invitano a collegarvi. Naturalmente quando inserirete il vostro nome utente e la password vi verranno rubati. Ricordatevi che nessuna banca vi chiederà mai tramite posta elettronica di fare clic su un link che porta al vostro conto personale. Se proprio desiderate controllare inserite l'indirizzo della banca a mano.

I link nei messaggi di posta elettronica che ricevute, possono nascondere qualche insidia, in particolare se legate ai vostri soldi, se li cliccate esiste però un'ulteriore difesa, Internet Explorer 8, vi mette a disposizione un filtro anti-fishing che vi avviserà quando accederete a siti potenzialmente pericolosi.

Ogni indirizzo sia di un sito internet che di posta elettronica contiene un dominio internet in genere con un'estensione .com o .it. I truffatori spesso cercano di camuffare il nome, ad esempio di una banca, registrando domini simili. Prestate sempre molto attenzione leggendo il dominio.

In genere quando si acquista qualcosa o ci si collega al proprio conto corrente, l'indirizzo nel browser passa da http:// a https:// questo indica che il collegamento è sicuro e l'icona di un lucchetto si chiuderà.

In Italia per legge bisogna indicare la partita iva e i contatti fisici dell'azienda. Controllate sempre che ci siano prima di acquistare qualcosa, spesso infatti i truffatori mettono in piedi negozi, con offerte strepitose che però nascondono dei ladri pronti a rubarvi il numero della vostra carta di credito.

Se vi piace fare acquisti su internet, una soluzione per mantenere i propri soldi al sicuro è usare le carte prepagate, in questo modo potete caricarle con quanto vi serve ed evitare di dare accesso al vostro conto, specie se state acquistando su un negozio online che non conoscete.

Se pensate che possano rubarvi solo i soldi vi sbagliate, il furto di identità permette a un truffatore di aprire conti correnti a vostro nome, per ricevere soldi di altre truffe, rimanendo mascherato. Come accadono queste truffe? Comprate qualcosa su un sito inserendo tutti i vostri dati, dopo qualche giorno che il pacco non arriva vi dicono che si è perso e provvedono a restituirvi i soldi chiedendo una fotocopia del vostro documento di identità. Non inviatelo mai peggiorereste la situazione.

Per fare in modo di non essere rintracciati i truffatori spostano i soldi su molti conti correnti sia italiani sia esteri usando i conti di persone a loro volta truffate. In genere si riceve un messaggio che ci invita a ricevere dei soldi spostandoli in un altro conto, trattenendo una percentuale. Fate attenzione in questi casi perché per la polizia sarà molto difficile capire se siete il truffato o il truffatore.

Fare affari su internet è sicuramente possibile e spesso lo si fa usando i siti di comparazione dei prezzi. Questi siti effettuano delle ricerche su siti di commercio elettronico per trovare i prezzi migliori. In genere i siti di comparazione sono collegati a negozi affidabili, ma è sempre meglio non fidarsi, verificate sempre, quando vi collegate, se il fornitore è affidabile con i metodi che abbiamo visto.

Quando decidete di liberarvi di qualcosa e lo mettete in vendita su internet fate attenzione. Può capitare di ricevere una proposta da una persona residente in un'altro paese che vi propone una cifra più altra mandandovi anche i soldi della spedizione. Vi viene inviato un assegno straniero che viene accreditato sul vostro conto, poi voi ritirate i soldi necessari per la spedizione e li inviate all'azienda di spedizione, che ovviamente fa parte della truffa. Sembra tutto a posto ma dopo qualche giorno nessuno viene a ritirare l'oggetto e i soldi sono spariti dal conto perché l'assegno è scoperto. In questi casi fate attenzione a chi vi contatta. Questo genere di truffe avviene su oggetti costosi in modo da poter alzare il prezzo della spedizione che è poi il vero guadagno del truffatore.

http://notizie.it.msn.com/