Stampa
Visite: 2067

Trema Apple

Nessun telefonino Facebook, il social entra direttamente in tutti i telefoni cellulari che utilizzano il sistema Android.

di Francesco Maria Del Vigo*

Come se non fosse già abbastanza, Facebook si prepara a diventare "tutto", o quasi. La rivoluzione arriva, come da tradizione, direttamente dal fondatore Mark Zuckerberg e all'apparenza è un terremoto silenzioso.

Delusi tutti quelli che si aspettavano che il social network sfornasse un suo smartphone. Zuck guarda oltre e vede meglio. Fa di più. Fb non crea un telefonino, diventa "il" telefonino.

"Non stiamo costruendo un cellulare e non stiamo costruendo un sistema operativo ma stiamo costruendo qualcosa di molto più profondo di ogni altra app".

Insomma Facebook ti s'infila in tasca. Home è il nuovo progetto per telefonini dotati di sistema operativo android per rendere ancora più social l’uso degli smartphone perché, ha spiegato il numero uno del gruppo californiano, "i telefonini dovrebbero essere dedicati alle persone e non ai programmi".

Home è una suite che utilizza, e implementa, il sistema Android ma senza sostituirlo.

Per intenderci: tutte la app di Android potranno essere aperte sensa uscire dalla nuova applicazione di Facebook che, di fatto, abbraccerà e vestirà il sistema operativo del vostro telefonino.

Nella pratica, Facebook home è il nuovo schermo che gli utenti vedranno all'accensione del cellulare, con le proprie icone corrispondenti alle varie app presenti su telefonino e quello che è stato chiamato "cover feed", un riassunto della azioni dei propri contatti fb.

"Dovreste essere in grado di rispondere a un amico nel mezzo di qualsiasi cosa stiate facendo sul telefono questa è l’idea del "chat heads": si può parlare con chiunque, ovunque tu sia nel telefonino".

L'operazione è chiara: Facebook è il servizio più utilizzato dagli smartphone di tutto il mondo ed è un "paesaggio virtuale" al quale ormai siamo tutti abituati. Un non luogo dove si incontrano più di un miliardo di persone.

Zuckerberg lo sa bene e batte proprio su questo tasto: "Sarà come sentirsi a casa". Il passaggio non è da poco.

Quarant’anni fa nasceva il primo telefono cellulare e oggi, lo ha battezzato più o meno così lo stesso ceo, vede la luce il Facebookfonino “che trasforma Android in un telefono social”.

Lo scopo dell'ad è far passare da Facebook anche la galassia smartphone. Costruire un proprio telefono cellulare sarebbe stato limitante, rispetto all'idea di sfruttare una piattaforma, come Android, in cima ai consumi mondiali, aperta e in costante crescita. Un piccolo terremoto che rischia di crepare il colosso di Cupertino.

Se Android diventa la home di Facebook, inevitabilmente, l'iPhone rischia di perdere parte del suo appeal.

Uno schiaffo ad Apple. Che si concretizza anche con una serie di accordi con Htc, Samsung e Sony, aziende leader nella produzioni di telefoni.

Un'altra illustre vittima dell'ultima trovata di Fb rischia di essere Whatsapp, il celebre sistema di instant messaging per cellulari.

Chi lo userà quando tutto passerà attraverso Fb? La rivoluzione si compra, ovviamente sul telefonino, a partire dal 12 aprile.

*www.ilgiornale.it