Pin It

Festa in onore di Santa Lucia

Si celebra l'ultimo fine settimana di giugno

La devozione delle popolazioni dell’Altipiano delle Rocche alla Santa protettrice della vista, patrona di Rocca di Cambio, si fa risalire al XIII secolo.

I festeggiamenti in onore della Santa, che richiamano fedeli da tutta la Marsica, hanno luogo durante l’ultimo fine settimana di giugno, anziché nella tradizionale data del 13 dicembre.

Lo spostamento della festa al periodo estivo, deciso fin dal 1794, fu una diretta conseguenza dell’estrema rigidità climatica della zona e delle oggettive difficoltà che s’incontravano nello svolgimento della processione lungo l’impervio viottolo, solitamente innevato e ghiacciato, che in meno di due chilometri congiungeva l’abitato di Rocca di Cambio con la Chiesa di Santa Lucia.

In paese la festa si protrae per tre giorni con spettacoli pirotecnici, canti folcloristici e sfilate nei tipici costumi abruzzesi.

Durante questi tre giorni di festa la Chiesa viene riaperta ai fedeli e in essa vengono celebrate le Sante Messe, sia tradizionali che salmodiate, officiate in numero adeguato da consentire la partecipazione ai tanti fedeli accorsi.

Alla domenica la festa si chiude con la tradizionale processione, che ripercorre da secoli lo stesso viottolo, i fuochi d’artificio che illuminano la notte dell’altopiano e il tradizionale Ballo della Pupazza che si svolge nella piazza principale del paese.

Vedi anche: Rocca di Cambio Story; Santa Lucia; Civitella Alfedena a Santa Lucia;

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna