Valutare l’evoluzione del mondo editoriale

di Sergio Menicucci*

Ottocento giornalisti hanno firmato la petizione lanciata da Andrea Montanari per chiedere l’anticipo del congresso nazionale della Federazione della stampa italiana (Fnsi) previsto per novembre.

L’Italia si desterà in presenza della mancata realizzazione delle promesse

di Titta Sgromo*

Ma quand’è l’Italia tornerà ad essere uno Stato civile, un Paese nel quale la gente laboriosa e perbene si sveglia la mattina con il pensiero di andare a lavorare, non turbata dalle tante trasmissioni televisive che se parlano di politica fanno a gara nel creare sconcerto, tra illusione e disillusione, e se parlano d’altro è solo per celebrare processi al di fuori dei luoghi ad essi deputati?

Il quotidiano è in liquidazione, il tesoriere del Pd è a caccia di investitori amici

di Paolo Bracalini*

Primo paradosso: alla storica vetta di voti del Pd corrisponde un baratro vertiginoso del quotidiano organo del Pd, l'Unità.

Secondo paradosso: il segretario del Pd ha dalla sua molti giornali, ma non l'azionista di maggioranza del «suo» quotidiano.

La tv spettacolo fa spettacolo

di Paolo Pillitteri*

Che domenica bestiale! Per non dire del martedì! Un bagno di sangue in una villetta ispirata al Mulino Bianco con tre morti sgozzati, e l’assassino che si fa la doccia e poi va a vedere la partita di calcio al bar.

Poi la scoperta dell’assassino di Yara Gambirasio, grazie alla prova irrefutabile del Dna. Un viaggio nell’orrore quotidiano.

Essere al servizio della gente mi viene da dentro

"La dimensione del parroco è quella più forte della mia vocazione.

Essere al servizio della gente mi viene da dentro. Spengo la luce per non spendere soldi, per esempio.