L’isola di Saint Christopher, nelle Piccole Antille, è stata scoperta da Cristoforo Colombo nel 1493, durante il suo secondo viaggio.

Nel corso dei secoli è stata sempre oggetto di contesa tra francesi e inglesi.

Conquistata dai francesi nel 1689, torna agli inglesi nel 1702.

Ripresa dai francesi nel 1706, viene restituita agli inglesi con il trattato di Utrecht del 1713.

I francesi la riprendono di nuovo nel 1778 ma ritorna agli inglesi con il trattato di Versailles del 1783.

Fino al 1815 i francesi tentano inutilmente numerose volte a riprendersi l’isola.

Dal 1967, insieme all’isola di Nevis, costituisce uno Stato associato al Regno Unito.

 

Questo fino al 1983, quando diventa indipendente.

 

Nel 1903 emette alcuni francobolli celebrativi dell’impresa di Cristoforo Colombo.

 

Il navigatore vi è raffigurato nell’atto di avvistare la terra dalla tolda del suo veliero, mentre imbraccia un vistoso cannocchiale.

 

Si tratta di un errore cronologico che anticipa di oltre un secolo l’invenzione di tale strumento, poiché, come è noto, esso viene perfezionato da Galileo soltanto nel 1609.

Nel 1944, in occasione del centenario della fucilazione dei Fratelli Bandiera, eseguita nel Vallone Rovito in provincia di Cosenza, la Repubblica Sociale Italiana, emette tre francobolli, rispettivamente di 25 centesimi, di una lira e di 2,50 lire

 

 

 

 

Nel 1963, la Repubblica di San Marino ha emesso una serie di francobolli dedicati a feste popolari.

 

In quello raffigurante il Palio di Siena, cavalli e cavalieri corrono in senso antiorario, ossia l’opposto di come realmente avviene