Pin It

Un francobollo celebra Enrico Fermi, ma la formula è sbagliata

Nel 2001, in occasione del centenario della nascita di Enrico Fermi, le Poste statunitensi hanno emesso un francobollo commemorativo con la foto del grande scienziato.

L' immagine lo ritrae davanti alla lavagna con in alto a sinistra una  formula scritta dallo scienziato.

 

La rivista «Science» rivela: la foto usata nell' edizione per il centenario del Nobel contiene un errore.

Un francobollo celebra Enrico Fermi, ma la formula è sbagliata

Anche i geni sbagliano.

A scoprirla è stato Greg Huber del Dipartimento di fisica dell' Università del Massachusetts (Usa) spiegando il tutto sulla rivista americana Science.

Il giorno della «caduta» era il 26 marzo 1948 e Fermi insegnava all' Università di Chicago dove era ritornato dopo aver partecipato alla costruzione della prima bomba atomica a Los Alamos.

Quel giorno un fotografo gli scattò diversi fotogrammi ora raccolti nell'American Institute of Physics Emilio Segrè Visual Archives. Indagando, Greg Huber, aiutato da un amico professore all' Università di Chicago, si rendeva conto che la formula «alfa=h2/ec» era errata avendo invertito le posizioni di «h» e di «e».

La formula riunisce il valore corpuscolare dell' elettricità, la teoria quantistica e la relatività esprimendo l' intensità dell' accoppiamento tra le cariche elettriche.

Ma poteva il grande e precisissimo scienziato, Nobel per la fisica e padre di tante teorie oltre che della pila atomica, «scivolare su un errore così banale?» si sono chiesti i fisici americani facendo prima di tutto analizzare la scrittura per essere certi che fosse veramente lui l' autore.

Confermato questo, hanno scartato lo scherzo e l' ipotesi che Fermi avesse assegnato alla formula un valore diverso.

Quindi - hanno concluso - Fermi era stato solo vittima di una brutta giornata.

Errare è umano.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna