Pin It

Nuovi contenuti e nuova grafica sul portale della Rete degli archivi “per non dimenticare” online dal 12 dicembre 2011  

Il portale della Rete degli archivi per non dimenticare, (www.memoria.san.beniculturali.it), dedicato alle vittime del terrorismo, mafie e violenza politica, realizzato dalla Direzione Generale per gli Archivi (DGA - Ministero per i Beni e le Attività Culturali) e inaugurato il 9 maggio 2011 alla presenza del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, rinnova la veste grafica, presentando una home più dinamica, e arricchisce i contenuti delle sezioni Passato e presente e Muro della memoria 

«Abbiamo scelto di mettere on line il portale rinnovato il 12 dicembre p.v., proprio in concomitanza con il 42° anniversario della strage di piazza Fontana  afferma Patrizia Ferrara, responsabile del portale e del servizio Studi e ricerca della DGA –, consapevoli di quanto sia importante mantenere viva la memoria degli eventi che hanno caratterizzato una parte così dolorosamente significativa della nostra storia recente, rendendo contemporaneamente omaggio alle vittime.

In questo modo, intendiamo anche valorizzare il contributo alla conoscenza storica attraverso l’utilizzo del ricchissimo patrimonio di fonti documentali conservate presso gli Archivi di Stato e presso gli archivi degli oltre 40 istituti e associazioni che, attualmente, aderiscono alla Rete degli archivi per non dimenticare, nata nel 2006 per conservare e tutelare la memoria storica nel nostro Paese, su iniziativa del Centro documentazione Archivio Flamigni e dell’Archivio di Stato di Viterbo».  

La cronologia 1946-2010, che costituisce la sezione Passato e presente, è stata rivista e accresciuta a cura degli autorevoli storici che fanno parte del comitato scientifico del portale. 

Biografie di magistrati vittime del terrorismo e delle mafie, tratte dal volume Nel loro segno (2011) e messe gentilmente a disposizione dal Consiglio superiore della Magistratura, curatore della pubblicazione, arricchiscono ora la sezione Muro della memoria, che racconta la vita delle vittime, attraverso una documentazione costantemente aggiornata, anche grazie al contributo delle associazioni dei famigliari. Il rinnovamento grafico e contenutistico del portale coincide con un maggiore impulso a rendere costante l’incremento di notizie e documentazione aggiornate sulle iniziative che nella società e, in particolare, nelle università e nelle scuole, vengono organizzate per favorire l’analisi e la comprensione non solo del passato ma anche del presente.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna