Il solito profluvio di belle intenzioni

di Claudio Romiti*

Intervenendo alla Camera, il premier Giuseppe Conte ha promesso a breve “uno shock economico senza precedenti”.

Un poderoso rilancio del Paese che passi attraverso l’Araba fenice della semplificazione burocratica e la chimera degli investimenti infrastrutturali.

Matteo RenziEcco tutti i nomi di chi ha fatto fuori

"Siamo stati decisivi". Ma per cosa? Matteo Renzi, le ultime sparate di un leader finito (ieri)

Matteo Renzi nel suo discorso al Senato, sul suo no alla sfiducia ad Alfonso Bonafede, ha spiegato che "se oggi votassimo con lo stesso metodo che ha utilizzato nella sua esperienza parlamentare nei confronti dei nostri governi, lei oggi dovrebbe andare a casa", rivolgendosi a Bonafede.

Il premier è furioso, i governatori anche e i sindaci pure: troppa gente in giro a zonzo, troppi assembramenti

di Alessandro Sallusti*

Il premier è furioso, i governatori anche e i sindaci pure: troppa gente in giro a zonzo, troppi assembramenti.

Ora è il tempo dei vincitori e dei vinti

di Paolo Pillitteri*

“Già c’è troppa movida, mica vorranno mandare Alfonso Bonafede a fare di nuovo il deejay!”, era la battuta di prima, in attesa della sfiducia che non c’è stata.

Alfonso BonafedeIl Senato respinge la sfiducia

di Francesco Curridori*

Il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, finito nell'occhio del ciclone dopo la scarcerazione di alcuni boss mafiosi e le successive accuse del pm Nino Di Matteo sulla scelta del capo del Dap, oggi ha rischiato di perdere la poltrona