Uno stato d’emergenza senza emergenza

di Claudio Romiti*

Sebbene si stia vivendo un lungo, estenuante paradosso di uno stato d’emergenza senza emergenza, i paladini delle chiusure difficilmente ci lasceranno vivere tranquilli nella prossima stagione fredda.

I governi in carica non rappresentano il popolo ma solo i loro interessi

di Gerardo Coco*

Ogni anno negli Stati Uniti, il 4 luglio, si commemora la Dichiarazione di Indipendenza. Nel 1776 i Fondatori di questa nazione iniziarono una guerra per l’indipendenza dal Governo della Gran Bretagna.

Nelle prossime settimane il Parlamento dovrà discutere una bozza di legge delega sulla riforma fiscale

di Istituto Bruno Leoni*

Si tratta di un’iniziativa fondamentale per il futuro del Paese ma estremamente complessa: se c’è un tema dove le sensibilità delle forze politiche si divaricano, e dove dunque la mediazione di un Governo di grande coalizione è difficilissima, è proprio il fisco.

La coalizione trova l'intesa sulle elezioni Amministrative

di Luca Sablone

Per Milano si punta su Luca Bernardo, mentre per Napoli la scelta è caduta sul magistrato Catello Maresca.

Distruggere partiti e politica in nome dell’anti-politica

di Paolo Pillitteri*

Si sente in giro qualche voce sul ritorno alla politica attiva di Antonio Di Pietro che, per l’appunto, avrebbe offerto il “suo progetto aperto ai delusi del Movimento” e si è detto “felice di concedere il simbolo alla nuova componente… il progetto può rappresentare il punto di riferimento per chi non vuole piegare la schiena, sia chi fa parte della vecchia famiglia sia chi viene dalla famiglia dei cugini del Movimento”.