Pin It

Matteo PonzanoL'ex dj di Beppe Grillo si accasa a Palazzo Chigi

di Pasquale Napolitano*

Il "miracolato" del giorno, con la nuova era grillina nei Palazzi, è Matteo Ponzano, ex speaker della web tv del Movimento 5stelle.

L'ex dj di Beppe Grillo si accasa a Palazzo Chigi. Il «miracolato» del giorno, con la nuova era grillina nei Palazzi, è Matteo Ponzano, ex speaker della web tv del Movimento 5stelle.

Si ingrossa la fila di riciclati e ripescati pentastellati piazzata tra uffici e staff dei ministri.

Non pare essere un caso di omonimia ma dal curriculum sembra proprio Matteo Ponzano, l'ex braccio destro del comico genovese.

Il 15 maggio scorso, nei giorni in cui l'Italia usciva dalla fase critica dell'emergenza coronavirus, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, il cinque stelle Riccardo Fraccaro, assumeva Ponzano con un contratto di consulenza fino al 4 settembre: 4 mesi di lavoro per un compenso di 50 mila euro.

Più di 10 mila euro al mese. Cifre blu. Per fare cosa? Nell'affidamento dell'incarico è specificato che l'ex dj grillino si occuperà di comunicazione istituzionale.

Con queste somme c'è da aspettarsi una propaganda stellare per la Presidenza del Consiglio.

Andrà a supportare l'attività dell'ufficio stampa del sottosegretario Fraccaro.

Ponzano è una vecchia conoscenza nel mondo grillino: fedelissimo di Grillo ed ex collaboratore della Casaleggio Associati.

Per anni è stato speaker e volto della web tv del Movimento: La Cosa.

Era sul palco di tutti i VDay, ha gestito gli streaming delle famose consultazioni con Pier Luigi Bersani, ogni settimana insieme al «fedelissimo» di Grillo Massimo Bugani aveva il compito della controrassegna stampa del Movimento.

Una specie di icona per gli attivisti.

Nel 2014 l'addio. In una lunga lettera, Ponzano spiegava le ragioni del divorzio: dai contrasti con i vertici della Casaleggio alla decisione di inserire i banner pubblicitari nei servizi della web tv grillina.

Insomma, con grande anticipo, aveva immaginato la deriva del Movimento 5stelle.

L'ex dj di Grillo aveva tentato nel 2014, senza successo, la carta dell'elezione al Parlamento europeo.

Ma sei anni fa non è stato un addio definitivo.

In piena emergenza Covid è arrivata la chiamata di Fraccaro: una poltrona a Palazzo Chigi con un compenso stellare. Impossibile rifiutare.

E anche i vecchi dissapori con Grillo e Casaleggio sono ormai acqua passata.

Anni e anni di sacrifici, accanto al comico, in giro per l'Italia, sono stati (finalmente) ripagati.

*www.ilgiornale.it

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna