Pin It

Rotto il silenzio pre-elettorale

di Gabriele Laganà*

Nella serata di ieri l’Ansa ha pubblicato un sondaggio Ipsos commissionato dalla Presidenza del Consiglio rompendo il silenzio pre-elettorale.

Il direttore dell’agenzia, Luigi Contu, si è scusato per l’errore.

C’è chi ha parlato di un semplice errore a cui si è posto rimedio, qualcun altro ha invece manifestato i suoi dubbi lasciando intendere che dietro a quanto accaduto ci possa essere ben altro.

Quel che è certo è che da ieri sera il mondo della politica è in subbuglio per la pubblicazione di un sondaggio Ipsos commissionato dalla Presidenza del Consiglio su un campione casuale nazionale rappresentativo della popolazione italiana.

Il problema non è la ricerca in sé quanto i tempi della sua diffusione.

Siamo ad una settimana dal voto per le Regionali e per il referendum sul taglio dei parlamentari: per legge, quindi, siamo in pieno silenzio pre-elettorale.

Una fase delicata nella quale è appunto vietato pubblicare i dati per evitare il condizionamento del voto.

Eppure l'agenzia Ansa ha battuto i risultati della rilevazione su intenzioni di voto e gradimento dei leader commissionata dal premier Giuseppe Conte, salvo poi annullare tutto.

La vicenda non è passata inosservata ma è stata segnalata anche da Lorenzo Pregliasco, sondaggista e fondatore di YouTrend, che su Twitter non ha nascosto il suo disorientamento:

"L’ANSA ha diffuso i dati di un sondaggio commissionato dalla presidenza del Consiglio, poi poco fa, dopo circa 2 ore, ha inviato una nota di annullamento.

Non ricordo fosse mai accaduta una cosa simile in pieno blackout pre-elettorale".

La diffusione dei risultati del sondaggio, che qui non riportiamo, ha destato qualche perplessità.

"È stato un errore e ce ne scusiamo.

Appena ce ne siamo resi conto abbiamo annullato e cancellato la notizia.

Come si deve fare un quando purtroppo si sbaglia", ha dichiarato Luigi Contu, direttore dell’Ansa, che così ha cercato di spegnere le polemiche sul lancio di agenzia del sondaggio Ipsos.

La giustificazione non convincono tutti.

Guido Crosetto ha ribattuto a Contu con un semplice ma inequivocabile: "Mah...". Sul web sta montando la polemica.

Numerosi utenti dei social non si accontentano delle scuse e qualcuno ipotizza una "manina" dietro all'errore dell'Ansa.

*www.ilgiornale.it

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna