Edward Kasner, matematico statunitense, nasce il 2 aprile 1878 a New York, ed ivi vi muore il 7 gennaio 1955.

E’ noto per avere reso popolare il termine googol.

Kasner studiò alla Columbia University ed ebbe come docente Cassius Jackson Keyser.

Conseguì il Ph.D. nel 1899; la sua tesi era intitolata “La teoria invariante del gruppo di inversione”.

Intorno al 1920, per stimolare l'interesse dei bambini, Kasner cercò un nome "che suonasse bene" per un numero molto grande: 1 seguito da 100 zeri.

Durante una passeggiata nelle New Jersey's Palisades con i suoi nipoti, Milton ed Edwin Sirotta, Kasner chiese loro delle idee. Milton, che aveva nove anni, suggerì "googol". Il motore di ricerca Internet Google fu chiamato così con un gioco di parole sul numero googol.

Kasner coniò anche il nome "googolplex" per il numero scritto come 1 seguito da un googol di zeri; gli uffici di Google sono chiamati Googleplex per questo motivo.

Nel 1940, insieme a James Roy Newman, Kasner scrisse un libro divulgativo che presentava l'intero campo della matematica intitolato “Mathematics and the Imagination” (La matematica e l'immaginazione).

È in questo libro che la parola "googol" fu introdotta.

Fonte Wikipedia

Vedi anche: Googol

Il numero 37, che può essere diviso solo per 1 e per se stesso, ha la proprietà di dividere in numeri interi i seguenti numeri: 111, 222, 333, 444, 555, 666, 777, 888 e 999.

In matematica si definiscono "numeri primi" i numeri che sono divisibili per 1 e per se stessi.

Fatta eccezione per i numeri 2 e 3, se a ciascuno di tutti gli altri si somma oppure si sottrae una unità, diventano tutti divisibili anche per 6

 

Moltiplicando il numero 142.857 per due, o per tre, o per quattro, o per cinque, o per sei, si ottiene un numero che è formato dalle stesse sue cifre, disposte però in ordine sempre diverso.

Moltiplicandolo per sette si ottiene 999.999.