Stampa
Visite: 847

Italia Nostra è una associazione di salvaguardia dei beni culturali, artistici e naturali.

Nata a Roma nel 1955 e riconosciuta con decreto presidenziale nel 1958, è una delle più antiche associazioni ambientaliste italiane.

Italia Nostra fu fondata, inizialmente, per una campagna settoriale e territorialmente limitata contro lo sventramento di un isolato nel centro storico di Roma, ma presto allargò il suo campo di attività a tutto il territorio nazionale allo scopo di «proteggere i beni culturali e ambientali», come da slogan associativo.

All'epoca, la sensibilità verso i temi di salvaguardia artistica e ambientale non era diffusa tra i ceti comuni, essendo per lo più appannaggio di un ambiente élitario.

Non a caso Italia Nostra nacque per iniziativa di un gruppo di intellettuali tra cui Elena Croce, Desideria Pasolini dall'Onda, Antonio Cederna e Umberto Zanotti Bianco, che fu il primo presidente dell'associazione.

Tra gli altri presidenti che si sono succeduti alla guida dell'associazione figurano, oltre ai citati, nomi come Filippo Caracciolo e il famoso scrittore Giorgio Bassani, che così scrive nel 1965 riguardo alla continua azione di tutela del nostro patrimonio culturale e ambientale promossa dall'Associazione: «Si alzino ancora l'impeto e l'ardore appassionato di Italia Nostra che hanno contribuito a darle quel carattere di protesta perpetua e di tensione che ancora oggi la distingue.»

Dal 2005 al 2007 Italia Nostra è stata presieduta da Carlo Ripa di Meana.

Nel 2007 è stato eletto presidente dell'associazione Giovanni Losavio. Dal settembre 2009 al 2012 è stata eletta Presidente nazionale la storica dell’arte Alessandra Mottola Molfino.

Dal 15 settembre 2012 il Presidente Nazionale è l’avvocato Marco Parini, docente presso l’Università Cattolica di Milano in Legislazione dei Beni Culturali.

Oggi Italia Nostra conta più di 200 sezioni distribuite su tutto il territorio nazionale ed è socia promotrice di Europa Nostra, federazione di 220 associazioni di conservazione europee; partecipa inoltre al BEE (Bureau Européen de l'Environnement).

L'attività di Italia Nostra spazia dalla didattica, alla ricerca, dalla pubblicistica, al volontariato culturale, fino al suggerimento legislativo, contribuendo a diffondere nel Paese la cultura della conservazione del paesaggio urbano e rurale, dei monumenti, dell'ambiente cittadino.

I temi sviluppati da Italia Nostra sono:

•          i beni culturali

•          l'evoluzione naturale e storica

•          i centri storici

•          la pianificazione urbanistica e territoriale

•          i parchi nazionali

•          l'ambiente

•          la questione energetica

•          il modello di sviluppo del Paese

•          la viabilità e i trasporti

•          l'agricoltura

•          il mare

•          le coste

•          le isole

•          i musei

•          le biblioteche

•          gli archivi storici

L'associazione conferisce il "premio nazionale Umberto Zanotti Bianco", istituito nel 1964 e ricostituito nel 2010, in onore del proprio primo presidente.