Pin It

Gioacchino Cascella, ceramista, nasce nel 1903 a Pescara, e muore a Rapino nel 1982

Figlio di Basilio Cascella, viene avviato alla pittura dal padre.

Giovanissimo lascia la scuola e con il padre e i fratelli Michele e Tommaso, inizia a dedicarsi alla pittura e alla decorazione della ceramica.

Nei primi anni Venti è a Rapino, a perfezionarsi presso la bottega di Luigi Bozzelli e nel 1923 espone i suoi primi lavori in ceramica alla mostra allestita nel Circolo Cittadino di Mantova.

Tra il 1926 e il 1927 è impegnato, insieme ai fratelli e al padre, nella realizzazione di alcuni grandi pannelli ceramici destinati allo stabilimento termale Tettuccio di Montecatini.

Negli anni Trenta inizia a sviluppare un proprio stile decorativo che applica su piatti, mattonelle e boccali e nel 1934 presenta questi suoi nuovi lavori in una personale a Roma, in una galleria d'arte nei pressi di Piazza di Spagna.

Vive e lavora a Rapino fino alla sua morte, avvenuta nel 1982

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna