Pin It

Ivan Palazzese, pilota motociclistico, nasce il 2 gennaio 1962 ad Alba Adriatica, e muore a Hockenheim il 28 maggio 1989.

Pilota motociclistico venezuelano italiano di nascita.

Giovanissimo emigra con la famiglia in Venezuela, dove nasce la sua passione per le moto.

Sale alla ribalta nel 1977 quando, nel GP del Venezuela 125, diventa il più giovane corridore a salire sul podio: è infatti terzo, dietro ad piloti Angel Nieto e Anton Mang.

Il suo anno migliore è però il 1982, quando vince due Gran Premi in 125 (Svezia e Finlandia) piazzandosi al terzo posto nella classifica iridata, dietro alle Garelli di Angel Nieto ed Eugenio Lazzarini.

Palazzese passerà in 250 dalla stagione '83, con una Yamaha del team Venemotos, raccogliendo scarsi risultati: solo un podio (2° in Olanda nel 1983) e alcuni giri veloci (Nazioni e Svezia '83). La mancanza di risultati costerà a Palazzese il licenziamento dal team Venemotos a metà '85.

Divenuto ufficiale Aprilia per la stagione 1989, il 28 maggio di quell'anno, durante il secondo giro del GP di Germania, ad Hockenheim, si scontra accidentalmente con Fabio Barchitta nel tentativo di evitare l'austriaco Andreas Preining, caduto a causa di un grippaggio.

Tutto il gruppo riesce a sfilare evitando gli sfortunati piloti, tranne il francese Bruno Bonhuil che travolge Palazzese ferendosi molto gravemente a sua volta.

Il primo a intervenire in soccorso del venezuelano è Virginio Ferrari il quale, resosi conto delle condizioni del collega, abbandona la gara per tentare un disperato massaggio cardiaco in mezzo alla pista.

Incredibilmente, nonostante tre piloti in gravi condizioni e una moto in fiamme, la direzione gara decide di non sventolare le bandiere rosse (che avrebbero sospeso la corsa) e nel giro successivo il gruppo passa a tutta velocità sulla scena dell'incidente, per fortuna senza causare altri danni.

Nel frattempo, i soccorsi fanno il possibile per rianimare Palazzese, ma inutilmente, muore sull'elicottero di soccorso a soli 27 anni.

Nella sua città natale, la cittadinanza tutta ha fatto innalzare un monumento in suo onore.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna