Pin It

Paolo Silveri, cantante baritono, nasce il 28 dicembre 1913 a Ofena, e muore a  Roma  il 3 luglio 2001.

Studi√≤ a Roma, dapprima privatamente con Luigi Perugini e poi al Conservatorio Santa Cecilia, anche nella classe di Riccardo Stracciari, esordendo nel registro di basso nel 1939 al Teatro dell'Opera di Roma ne ‚ÄúI maestri cantori di Norimberga‚ÄĚ.

Dopo la forzata interruzione dovuta al periodo bellico e un ulteriore periodo di studio, debuttò come baritono nel gennaio 1944, ancora all'Opera di Roma, nel ruolo di Germont.

Iniziò una rapida carriera nei teatri italiani, tra cui in particolare il San Carlo di Napoli, fino al debutto nel 1949 nel ruolo del Conte di Luna alla Scala, dove ritornerà regolarmente fino al 1955.

Si esib√¨ nel contempo nei pi√Ļ importanti teatri esteri: Royal Opera House di Londra, dal '46 stabilmente fino agli anni 50, cantando abitualmente anche le opere italiane tradotte in inglese, Opera di Parigi, Vienna, Glyndebourne.

Nel 1950 esord√¨ al Metropolitan in ‚ÄúDon Giovanni‚ÄĚ, interpretando poi diversi altri ruoli, tra cui Rigoletto e il Marchese di Posa.

Apparve anche in Sud America.

Acquisì notorietà principalmente per l'interpretazione dei grandi ruoli verdiani, soprattutto Rigoletto, che interpretò in oltre cinquecento recite, distinguendosi anche come Figaro, Barnaba, Scarpia, Guglielmo Tell, Boris.

Si esib√¨ anche nel registro di tenore, interpretando ‚ÄúOtello‚ÄĚ a Dublino nel 1959, non dando poi seguito alla nuova veste e ritornando ai ruoli di baritono.

Grazie anche alla presenza scenica, partecipò alla stagione dei film d’opera italiani tra gli anni ’50 e ’60, interpretando La Favorita accanto a Sofia Loren e Gino Sinimberghi.

Si ritirò dalle scene nel 1968 con un'ultima recita di Rigoletto a Budapest, con accanto nel ruolo di Gilda la figlia Silvia.

Si dedicò in seguito all'insegnamento, anche come docente in conservatorio, e fu attivo come operatore culturale, specialmente in Inghilterra e Irlanda.

Nel 1983 scrisse un'autobiografia, tradotta in inglese, e negli anni novanta curò la pubblicazione di diverse sue interpretazioni dal vivo inedite (tra cui una selezione di Rigoletto), masterclass, conferenze e lezioni.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna