Pin It

Achille Graziani, archeologo, nasce il 4 maggio 1839 a Villetta Barrea, e muore ad Alvito, in provincia di Frosinone, il 23 ottobre 1918

Esponente di una famiglia di ricchi proprietari di armenti, con possedimenti terrieri nell'Abruzzo marsicano, in Terra di Lavoro e in Capitanata, si distinse sia per ideali risorgimentali, sia per doti di attento studioso.

Garibaldino, nel 1860 partecipò alla spedizione dei Mille, combattendo a Milazzo e nella battaglia del Volturno.

In Alvito s'impegnò nella vita civile e amministrativa, venendo eletto assessore comunale e presidente della locale Società operaia di Mutuo Soccorso.

Nel 1870 eseguì dei saggi di scavo nella "grotta dei Banditi", poi ribattezzata "grotta Graziani", allora in tenimento di Villetta Civitella, scoprendovi importanti oggetti litici.

Il suo merito maggiore fu, comunque, quello di aver fondato un museo, nel suo palazzo di Alvito, in cui raccolse e ordinatamente sistemò reperti e cimeli, comprendenti peraltro importanti inscrizioni osche, in parte studiate dal Mommsen e recensite nel Corpus Inscriptionum Latinarum.

Alcune epigrafi ivi conservate hanno anche permesso di approfondire l'antico popolo dei Marsi.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna