Pin It

Niccolò Paganini, violinista, nasce il 27 ottobre 1782 a Genova.

All'età di solo quattro anni, in seguito ad un attacco di rosolia, è colpito da catalessi e, ritenuto morto, è stato deposto nella bara quando lievi movimenti del viso lo salvano dall'imminente sepoltura.

Certa stampa inglese ebbe a dire che il suo violino era il legno del demonio, e le corde di esso, intestini dell'ultimo Papa.

Negli ultimi venti anni della sua vita usa esclusivamente un "Guarneri" fabbricato verso il 1740 dal liutaio cremonese Giuseppe Guarneri del Ges√Ļ.

Esegue quasi sempre sue composizioni in quanto trovava innaturale esuonare musiche sulle quali non aveva un completo controllo.

Muore a Nizza, il 27 maggio 1840 ma, a causa della sua cattiva reputazione, il vescovo della città ne vieta la sepoltura in terra consacrata.

Il suo corpo è stato imbalsamato e conservato nella cantina della casa dove è morto.

 Dopo vari spostamenti, solo negli anni trenta la Chiesa ne ha autorizzata la sepoltura, che è avvenuta nel cimitero di Parma.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna