Pin It

Alfredo Nobel, chimico, imprenditore, mecenate, nasce il 21 ottobre 1833 a Stoccolma, e muore a Sanremo il 10 dicembre 1896

Come molti altri inventori, giunge per caso all’invenzione della dinamite, nel 1876, in seguito all’occasionale rovesciamento su un terreno sabbioso di un

recipiente che conteneva nitroglicerina, prodotto inventato una ventina di anni prima da Ascanio Sobrero, al quale riconoscente gli concede un vitalizio.

Coagulandosi con la sabbia, questo liquido di tremenda potenza esplosiva e pericolosissimo da maneggiare, attenua le sue proprietà diventando praticamente insensibile agli urti e trasportabile senza pericolo.

Il 22 aprile 1888, nella lussuosa casa di Parigi in cui dimorava, legge a grandi titoli sulle prime pagine dei giornali l’annuncio della propria morte, con otto anni di anticipo, per un clamoroso errore di informazione delle agenzie di stampa, essendo stato scambiato il suo nome con quello del fratello Ludwig.

Secondo alcuni studiosi, Nobel istituisce il famoso premio omonimo proprio perché si è accorto della terrificante potenza distruttiva della sua invenzione e in qualche modo vuole rimediare al "danno" fatto con la premiazione dei personaggi distintisi nelle discipline che in qualche modo sensibilizzano e aiutano l'uomo a vivere in modo più piacevole la propria vita.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna