Pin It

Emidio Agostinoni (o Agostinone) politico, giornalista, fotografo e pedagogo, nasce il 13 maggio 1879 a Montesilvano, dove muore il 28 settembre 1933.

Esercitò inizialmente l'attività di maestro elementare.

Si trasferì a Milano dove si dedicò al giornalismo.

Fondò il periodico La cultura popolare, pubblicato a Milano, a partire dal1911, per cura della Unione italiana della cultura popolare.

Collaborò al quotidiano l'Avanti! e a numerosi periodici tra i quali L'Illustrazione italiana, La Lettura, Il Secolo XX, Nuova antologia, Critica sociale, sia come scrittore che come fotografo.

Al centro dei suoi interessi furono i problemi della scuola e dell'istruzione, la lotta all'analfabetismo e pi√Ļ in generale l'emancipazione delle classi lavoratrici, con indagini, articoli e servizi fotografici sulla condizione dei contadini e dei pastori.

Da sottolineare il volume di legislazione scolastica redatto nel 1906 con Enrico Giuriati.

Agostinoni realizzò anche pubblicazioni riguardanti il territorio, il paesaggio e i monumenti d'Abruzzo, pubblicazioni edite dalla casa editrice Istituto d'Arti grafiche di Bergamo e per le quali il giornalista curò anche l'apparato iconografico.

Nel 1919 e 1921 fu eletto deputato socialista rispettivamente per i collegi di Teramo e L'Aquila.

Si schierò tra i riformisti.

All'avvento del fascismo interruppe ogni attività pubblica e giornalistica e si ritirò a vita privata nella sua Montesilvano.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna