Pin It

Luigi Brigiotti, poeta, nasce il 10 novembre 1859 a Teramo, dove muore il 21 aprile 1933.

Funzionario dell'Ufficio Imposte, rimase nella sua amata Teramo, anche rinunciando a promozioni.

È da considerarsi uno dei più rappresentativi poeti dialettali teramani.

Molte sue composizioni poetiche furono pubblicate con successo sui giornali del tempo.

Collaborò tra gli altri al "Corriere abruzzese" (a partire dal 1883), alla "Rassegna Adriatica" (1900-1901), a "Terra Vergine" (1926-1927).

Usò diversi pseudonimi tra i quali Gnore Paule, Sucagnostre, Frà Furméche.

La sua notorietà si diffuse anche fuori dalla città di Teramo, a seguito di sue partecipazioni a incontri regionali di poeti a Palena (1911), a Lanciano (1912) e infine a Roma (1912) per un saggio di letture tenuto presso la sede dell'Associazione Abruzzese Molisana.

Le sue composizioni più note sono La torre de lu Ddome (1906), Strata Facenne (1914) e La Fasciulate (1916), recitata a una cena di commercianti la sera del 17 aprile 1916.

La sua raccolta maggiore è Strata Facenne, che mutuò il titolo da una delle sue più note composizioni e che fu pubblicata in due diverse edizioni, l'ultima delle quali postuma.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna