Stampa
Visite: 739

Francesco Rossi, militare, nasce il 4 dicembre 1865 a Paganica, e muore durante la Campagna di Cessalto, 9 novembre 1917.

Colonnello dell'arma di cavalleria, caduto sul Piave durante la prima guerra mondiale e decorato di medaglia d'oro al valor militare alla memoria.

Militare di carriera, 43° Comandante del Reggimento "Piemonte Reale Cavalleria", durante la ritirata seguita alla battaglia di Caporetto ebbe l'ordine di proteggere il ripiegamento del XIII Corpo d'Armata, al quale il suo Reggimento apparteneva.

Assunto il comando della retroguardia del Corpo d'armata, si prodigò con i suoi uomini per ritardare l'avanzata del nemico, battendosi sino alla morte.

Per questo fu insignito il 16 agosto 1918 della medaglia d'oro al valor militare alla memoria.

La salma, traslata nel 1924 a Paganica, fu tumulata definitivamente il 18 giugno del 1939 nella roccia presso il Santuario della Madonna d'Appari, vicino all’Aquila.

Gli sono state dedicate caserme all'Aquila, ospita attualmente il 9º Reggimento Alpini, e a Merano.

Onorificenze

Medaglia d'oro al valor militare

«Costante, fulgido esempio ai dipendenti di coraggio e di fermezza, seppe ottenere dalle truppe ai suoi ordini, costituenti la retroguardia di un corpo d’armata, prolungata, tenace e brillante resistenza, rallentando dal Tagliamento al Piave l’avanzata dell’avversario imbaldanzito da insperati successi. All’ultimo, circondato, con pochi altri militari, da forti nuclei nemici, alla resa offertagli preferiva la morte, che con stoica fermezza affrontava, dopo epica lotta corpo a corpo.»

— Tagliamento - Piave, 29 ottobre - 9 novembre 1917

tutti pazzi per la Civita