Pin It

Federico Salomone, patriota e politico, nasce il 1º maggio 1825 a Chieti, e muore a Napoli il 12 aprile 1884.

Studiò a Napoli nel Real Collegio Militare della Nunziatella.

Agli inizi dell'ottobre 1848 partì volontario per la Prima Guerra d'Indipendenza.

Dopo la guerra si dimise dalle Guardie del Corpo Reale di Napoli e andò in esilio (Stato Pontificio, Genova, Svizzera).

Il 16 maggio 1859 si arruolò nella Divisione Mezzacapo dell'Esercito Piemontese, organizzata in Toscana da Luigi Mezzacapo con volontari delle regioni del centro Italia. Ebbe l'incarico di organizzare l'artiglieria del 2º corpo dell'Italia centrale.

Nel 1860 si arruolò insieme con Capponi Giulii Benedetto nelle Camicie Rosse di Garibaldi e prese parte alla Spedizione dei Mille.

Fu al comando del battaglione dei carabinieri genovesi, combattendo nelle zone di Milazzo e di Messina.

In seguito, su proposta di Enrico Cosenz e di Giuseppe Sirtori, fu nominato da Garibaldi commissario straordinario di Avellino, maggiore di Stato maggiore e infine maggiore in 1° dei Reali Carabinieri.

Combatté al fianco di Garibaldi anche nell'Aspromonte (1862), nel Tirolo (1866) al comando del 2º reggimento dei Cacciatori delle Alpi, e a Mentana (1867) guidando la colonna, da lui organizzata, di volontari abruzzesi e assumendo il comando del 1º battaglione.

Fu eletto deputato nei collegi di Napoli e di San Demetrio ne' Vestini nella IX legislatura (1865-1867), ed optò per il secondo.

Fu di nuovo eletto nel collegio di San Demetrio ne' Vestini e nel collegio di Cittaducale nelle legislature X (1867-1870) e XIII (1876-1880).

Nel 1882 fu a capo, insieme a Carlo Gambuzzi, della scorta d'onore di Garibaldi durante il viaggio nelle regioni del Sud e in Sicilia.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna