Pin It

Alberto Tanturri, matematico, nasce il 17.3.1877 a Scanno, e muore a Sulmona l'11.5.1924.

Iscrittosi nel 1897 al terzo anno del corso di laurea in Matematica presso l'Università di Torino, dopo aver frequentato il primo biennio presso la R. Accademia militare, si laureò con Segre nel luglio 1899 discutendo una tesi di geometria numerativa e nello stesso anno si diplomò alla Scuola di Magistero.

Dopo essere stato per un anno assistente di Eugenio Bertini a Pisa, nel novembre del 1900 si trasferì a Torino come assistente di Geometria proiettiva e descrittiva - prima con Segre e poi con Fano - e mantenne questo incarico fino al 1904-05. Successivamente passò all'insegnamento nella scuola secondaria.

La sua prima produzione scientifica annovera alcuni pregevoli articoli di geometria numerativa ispiratigli dal corso di Segre:

- Un problema di geometria numerativa sulle varietà algebriche luogo di  1 spazi, Atti Acc. Scienze Torino, 35, 1899-900, pp. 427-442

- Intorno ad alcune semplici infinità di spazi, e sopra un teorema del prof. Castelnuovo, Ibidem, 37, 1901-02, pp. 322- 330

- In qual modo alcuni numeri, relativi ad infinità ellittiche di spazi, si deducano dagli analoghi, relativi ad infinità razionali, Ibidem, 37, 1901-02, pp. 413-420

- Alcune equazioni funzionali ed il numero dei gruppi neutri di seconda specie in una serie lineare, Ibidem, 39, 1903-04, pp. 483-489

Le pubblicazioni successive risentono invece apertamente della frequentazione del gruppo di Peano.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna