Pin It

Bernardino di Cola del Merlo, pittore e scultore nato a Penne.

Non si hanno di lui molte notizie certe ed è ricordato solo in due documenti del 1504 e 1506.

Le uniche notizie certe di Bernardino le ricaviamo da alcuni documenti che testimoniano la sua attività all'Aquila come pittore tra il 1504 e 1506, in funzione di collaboratore di Saturnino Gatti, di cui probabilmente fu allievo.

Da queste carte veniamo a sapere anche la provenienza di Bernardino da Civita di Penna, cioè Penne.

Nessun altro documento riporta successivamente il nome del pittore, che comunque dovette essere abbastanza attivo e di un certo livello.

La sua unica opera finora attribuitagli con certezza, il grande Polittico di San Leonardo, realizzato certamente a cavallo tra il XV e ilXVI secolo), mostra numerosi richiami alle opere di Raffaello e Perugino.

Il polittico, un tempo nella chiesa di San Leonardo a Pianella, è oggi nella sala 21 del Museo nazionale d'Abruzzo.

Dai documenti aquilani risulta che Bernardino fu anche scultore, ma di questa sua attivit√† non ci rimane pi√Ļ nulla, anche se nel Bernardinus Pinnensis che si firma nella cosiddetta "Madonna Marcotullio" del Museo Civico-Diocesano di Pennesi vuole riconoscere il Nostro.

Recentemente, nuovi studi (Tropea, 2011) attribuiscono a Bernardino di Cola due opere conservate ad Atri: l'affresco di Santa Lucia nella chiesa di San Nicola e la statua di San Giuseppe nel Museo Capitolare.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna