Pin It

Bernardino di Cola del Merlo, pittore e scultore nato a Penne.

Non si hanno di lui molte notizie certe ed è ricordato solo in due documenti del 1504 e 1506.

Le uniche notizie certe di Bernardino le ricaviamo da alcuni documenti che testimoniano la sua attività all'Aquila come pittore tra il 1504 e 1506, in funzione di collaboratore di Saturnino Gatti, di cui probabilmente fu allievo.

Da queste carte veniamo a sapere anche la provenienza di Bernardino da Civita di Penna, cioè Penne.

Nessun altro documento riporta successivamente il nome del pittore, che comunque dovette essere abbastanza attivo e di un certo livello.

La sua unica opera finora attribuitagli con certezza, il grande Polittico di San Leonardo, realizzato certamente a cavallo tra il XV e ilXVI secolo), mostra numerosi richiami alle opere di Raffaello e Perugino.

Il polittico, un tempo nella chiesa di San Leonardo a Pianella, è oggi nella sala 21 del Museo nazionale d'Abruzzo.

Dai documenti aquilani risulta che Bernardino fu anche scultore, ma di questa sua attività non ci rimane più nulla, anche se nel Bernardinus Pinnensis che si firma nella cosiddetta "Madonna Marcotullio" del Museo Civico-Diocesano di Pennesi vuole riconoscere il Nostro.

Recentemente, nuovi studi (Tropea, 2011) attribuiscono a Bernardino di Cola due opere conservate ad Atri: l'affresco di Santa Lucia nella chiesa di San Nicola e la statua di San Giuseppe nel Museo Capitolare.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna