Pin It

Giuseppe Pietrocola, anatomista, chirurgo, nasce il 14 novembre 1805 a Vasto, e muore a Sant'Agata sui Due Golfi, in Campania, il 26 novembre 1889.

Nel 1892, sulla rivista scientifica britannica The Lancet fu definito uno dei maggiori luminari della scuola napoletana.

Figlio di Emmanuele e di Maria Clementina dei baroni Anelli, crebbe a Vasto con i due fratelli minori, Floriano e Stanislao.

A sedici anni accedette al collegio "medico-cerusico" di Napoli.

Qui iniziò gli studi che lo porteranno anni dopo alla cattedra di Anatomia nella Regia Università di Napoli.

Nel 1827 ottenne un posto di chirurgo nell'Ospedale di San Francesco.

Dal 1829 lavorò per la Cattedra di Anatomia di cui divenne titolare nel 1842.

Tra i suoi allievi vi furono Antonio Cardarelli, Luigi De Crecchio, Mariano Semmola, Ottavio Morisani, Giovanni Antonelli.

Chirurgo anche nell'Ospedale Santa Maria di Loreto, fu ispettore sanitario in altri ospedali. Fu professore per la parte sanitaria nel Real Collegio del Salvatore e nel Collegio di Musica in San Pietro a Majella, nonché autore di pubblicazioni scientifiche, membro della Società chirurgico-anatomica di Perugia e dell'Accademia dei Fisiocritici di Siena.

Alla fine del 1849 fu nominato Segretario Generale della Istruzione Pubblica e fu Rettore della Regia Università di Napoli nel biennio 1858-1859.

Fedele ai Borboni, con l'Unità d'Italia preferì cessare la sua attività.

Qui morì nel 1889 e fu sepolto a Santa Maria della Neve.

Nel 1892, una targa alla sua memoria è stata affissa nella sua città natale.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna