Pin It

Alberto Lepidi, frate domenicano, docente, filosofo, Maestro dei Sacri Palazzi Apostolici, nasce il 20 febbraio 1838 a Popoli, e muore a Roma il 31 luglio 1925.

Nato a Popoli da nobile famiglia, gli fu imposto il nome di Alfonso, ricevette la formazione letteraria e di cultura dai Padri Gesuiti.

Cambiò il nome in Alberto quando a 17 anni il 21 ottobre 1855 entrò nell'Ordine di San Domenico nel Convento di Santa Sabina in Roma.

Frà Alberto fu successivamente, a 18 anni, presso il Convento di Santa Maria della Quercia a Viterbo, ove si dedicò allo studio della filosofia e della teologia laureandosi precocemente a solo 22 anni.

Fu così destinato ad insegnare nella Provincia di Santa Rosa in Belgio come Professore di Filosofia nel Collegio di Lovanio dal 1862 al 1868.

Nell'insegnamento emerse con tale eccellenza che trascorsi pochi anni fu Reggente degli Studi nel Convento di Flavigny nello Studio Generale della Provincia di Francia. Richiamato dalla Francia in Belgio, divenne Reggente del Collegio di Lovanio e Maestro di tanta fama che diverse Province Domenicane mandarono presso di lui i loro studenti affinché fossero formati alla scienza filosofica e teologica.

Il Collegio di Lovanio, centro degli studi teologici, diede ospitalità a religiosi Domenicani di ogni paese: francesi inglesi irlandesi tedeschi americani del nord e del sud, desiderosi di istruirsi e conoscere la dottrina di San Tommaso D'Aquino seguendo le dotte e approfondite lezioni di Padre Alberto Lepidi.

Nel 1885 il Rev.mo P. Larocca, Generale dell'Ordine, costatate le grandi qualità e capacità dei Padre Lepidi, lo chiama a Roma come Reggente del Collegio Pontificio di San Tommaso alla Minerva, dove per dodici anni continui insegna e tratta la Somma Teologica dell'Aquinate.

Grande fu il successo del suo insegnamento per il quale talmente crebbe il numero degli studenti da raggiungere oltre trecento presenze, mai raggiunto prima.

La Sala Gialla del Convento della Minerva, in cui si tenevano abitualmente le lezioni, divenne insufficiente ed allora fu restaurata al sala vicina alla Sacrestia e di lì gli studenti passarono alla Accademia dei Nobili in Piazza della Minerva e poi a Palazzo Sinibaldi in Piazza dell'Argentina.

E non erano soltanto gli studenti che andavano ad ascoltare il Maestro chiarissimo ma Vescovi, celebri professori, sociologi, uomini di cultura.

Sempre sotto Padre Lepidi, per sua volontà e geniale iniziativa furono allargati gli studi ed aggiunta la Facoltà di Diritto Canonico.

Manifestò tali doti e tali virtù, tale dottrina che gli meritarono la stima generale e soprattutto la piena fiducia del Sommo Pontefice Leone XIII che lo volle in Vaticano come Maestro del Sacro Palazzo Apostolico.

Fu così per ventotto anni Teologo e Canonista del Papa sotto ben quattro Pontefici: Leone XIII, Pio X, Benedetto XV, Pio XI.

Morì il 31 Luglio 1925 in Vaticano all'età di 87 anni e 69 di professione religiosa.

Padre Alberto Lepidi, mente poderosa, è stato protagonista di un movimento rinnovatore della filosofia cristiana iniziata nella prima metà del XIX secolo.

Si adoperò con grande impegno in Italia ed in Europa per riprendere lo studio ed il pensiero di San Tommaso in un contesto culturale caratterizzato da razionalismo ed empirismo: il Neotomismo.

Fu filosofo, neotomista, teologo.

Il funerale fu celebrato nella Basilica di Santa Maria sopra Minerva il lunedì 3 agosto.

La salma fu trasportata dal Palazzo Apostolico Vaticano e ricevuta dai PP. Predicatori con a capo il P. Zucchi, priore della Minerva e deposta, dopo l'assoluzione sul letto funebre proprio dei Prelati Palatini, circondato da quaranta ceri.

Giace in Roma al Verano nella Cripta dei Padri Predicatori dell'Ordine dei Domenicani.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna