Stampa
Visite: 763

Chester MilanoEmilio Milano: morì tragicamente in una miniera di Toluca, nell’Illinois.

Storie della nostra emigrazione …

di Geremia Mancini*

Emilio Milano, emigrante, nasce il 20 novembre 1867 a Calascio, e muore tragicamente il 15 novembre 1915 in una miniera di Toluca, nell’Illinois

Lasciò nella disperazione la moglie, incinta, e sei bambini.

Il 15 novembre del 1915 in una miniera di proprietà della “Coal Company”a Toluca,  contea Marshall Country, in Illinois, si verificò un grave incidente.

Ne rimase coinvolto e purtroppo ucciso un abruzzese: Emilio Milano.

Qualche mese dopo “Il Giornale dell’Unione dei Minatori” così descrisse l’incidente:

“Mentre il compagno Emilio Milani si trovava al lavoro nella miniera, un masso di roccia si staccò improvvisamente dalla volta e lo seppellì.

Accorsero gli amici, e dopo grandi stenti riuscirono ad estrarlo dalle macerie e lo trasportarono all’ospedale, ma dopo dieci ore di patimenti dovette soccombere.

Egli aveva 48 anni, e lavorava in questa miniera da circa 18 anni.

Lascia la moglie incinta, con sette altri bambini, tutti in tenera età.

Gli vennero fatti solenni funerali col concorso dei membri della miniera”.

Su “Illinois Coal & Coal Mining – History & genealogy” viene riportata la seguente annotazione: “Il 15 novembre 1915, Emil Milani, di Toluca, un minatore di età compresa tra 39 anni, sposato, ha riportato ferite nella miniera di Toluca della “Coal Country” per le quali è morto circa 12 ore più tardi.

Il defunto era carico di carbone quando un pezzo di roccia è caduto su di lui.

Lascia una vedova e sei bambini”.

Dopo varie ricerche abbiamo trovato una fonte ufficiale che fa chiarezza sull’esatto nome sulla data di nascita dello sfortunato minatore: “St. Ann's Cemetery” di Toluca, Marshall County, Illinois risulta: Emilio Milano nato il 2 novembre 1867, e morto il 15 novembre 1915.

Poi siamo riusciti a rintracciare alcuni dati di uno dei figli del Minatore: Chester Milano nato a Toluca, il 2 dicembre 1911, da Emilio e Nancy Camilla.

Sposò Edith Irene Pitzer dalla quale ebbe 4 figli: Arthur Chester, Virginia, Linda e Emilio Paul.

E sempre sullo stesso documento si ha conferma della provenienza di Emilio Milano: Calascio.

Ulteriori notizie parlano di una vera e propria corsa alla solidarietà in sostegno dei familiari del minatore.

I suoi colleghi, l’intera comunità e le associazioni di italo-americani dell’Illinois, si strinsero, per quel che potevano, intorno alla vedova e ai sei bambini.

Queste è solo una delle tanti, troppe, tragedie, colpevolmente dimenticate, legate alla nostra emigrazione.

Emigrazione che non sempre si concretizzò nel “sogno americano”.

*Presidente onorario “Ambasciatori della fame”

tutti pazzi per la Civita