Pin It

Antonio da Atri, Antonio Ronci, erudito, nasce fra il 1430 e il 1440 ad Atri, e muore il 22 agosto 1522.

Antonio, rampollo dell’antica famiglia aristocratica dei Ronci, nacque ad Atri tra il 1430 e il 1440.

Ebbe, con molta probabilità, la prima educazione letteraria e culturale nell’ambito familiare per poi vestire il saio dei frati minori nel convento francescano dell’Osservanza di San Leonardo.

Non si conoscono molte notizie della sua vita se non i racconti del viaggio, durato cinque anni (dal 1500 al 1505) in Terra Santa e in Egitto.

Nel 1505, al rientro da questa esperienza religiosa, venne pubblicato a Venezia, dall’editore Marchio Sessa, la sua opera “Confronto Spirituale” dove il Ronci, per umiltà, non volle farvi apporre il suo nome.

Il francescano dotto e pio venne eletto, più volte, superiore del convento francescano (come risulta dalla Serie dei Vicari Provinciali) dal 1510 al 1513 e dal 1516 al 1518.

Nel 1516 dopo l’emanazione della Bolla papale di Leone X (conosciuta come Bolla di unione), i Vicari provinciali francescani mutarono il nome in Ministri.

Antonio lavorò incessantemente e dovette affrontare numerose problematiche religiose all’interno dello stesso ordine francescano senza contare che, sul finire del suo “governo”, lottò contro la riforma protestante di Martin Lutero che strappò all’obbedienza della Chiesa Cattolica mezza Europa.

Purtroppo i fratelli francescani, sia contemporanei che posteri, non riuscirono a mantenere viva la figura di padre Antonio e le notizie della sua biografia sono giunte sino a noi frammentarie e esigue.

Agli inizi del XX secolo numerosi studiosi si sono interessanti a lui e alle sue opere tanto che padre Lupinetti riuscì a stabilire la data di morte di Antonio al 22 agosto 1522.

Opere: Indice tipologico delle principali opere:

  • Confronto spirituale da persone amiche e consacrate al Signore, 1504
  • Esercizio spirituale e i quattro benefici di Cristo, 1514
  • Vite e morte di Gesù, 1514
  • La vita del glorioso Apostolo et Evangelista Ioanni, 1522

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna