Stampa
Visite: 946

Francesco Contaldi, notaio, poeta, giornalista, nasce il 28 ottobre 1865 a Popoli, e muore a Sulmona il 28 aprile 1903

Vissuto a lungo a Giulianova, svolse qui la professione di notaio, oltre che ricoprire le funzioni di Vice Pretore, consigliere comunale e direttore della banca mandamentale.

Ha legato il suo nome alla sua saggistica ed alla vasta produzione di poesia, di cui una raccolta, Arte Giuliese, fu pubblicata nel 1894 in occasione dell'erezione a Giulianova del monumento a Vittorio Emanuele II, opera dello scultore giuliese Raffaello Pagliaccetti.

Fu fondatore e collaboratore di giornali letterari quali Doctor Faust (1885), la Rivista minima (1888) e la Rassegna Adriatica (1900).

Rivestì anche un importante ruolo di traduttore di opere di molti poeti nordici e fu egli stesso poeta.

Suo è l'epitaffio che campeggia sul portale d'ingresso del Cimitero di Giulianova: Qui nei secoli posano affetti, vanità, speranze.

tutti pazzi per la Civita