Stampa
Visite: 912

Francesco Ghiretti, fisiologo, biologo, nasce il 18 ottobre 1916 a Chieti, e muore a Padova, il 16 maggio 2002.

Frequenta le scuole secondarie a Chieti dove rimane affascinato dalle materie tecniche e scientifiche.

Si iscrive alla facoltà di medicina a Roma, ma dopo 2 anni opta per Scienze Naturali e si laurea nel 1940.

Dal 1946 al 1953 è assistente di fisiologia generale presso le Università di Roma e di Napoli.

Dal 1952 al 1954 lavora presso il laboratorio dell'Istituto di Biochimica della Chicago University diretto dal Professor Guzman Barron e presso il Physiology Department Di Biologia Marina di Woods Hole.

Dal 1954 al 1961 è ricercatore presso la Stazione Zoologica di Napoli in qualità di capo del Reparto di Fisiologia di quell'Istituto.

Nel 1960 ritorna negli Stati Uniti presso il laboratorio del Professor Arthur Martin a Seattle

Nel 1962, è professore associato alla Duke University, North Carolina su invito del Prof. K.M. Wilbur.

Viene quindi nominato professore straordinario di fisiologia generale all'Università di Sassari, direttore del laboratorio di Radio-Biologia del CNEN (ora ENEA) e direttore dell'istituto di fisiologia generale.

Nel 1963 è Visiting Professor all'Università di Oslo nell'ambito del progetto di relazioni culturali Italo-Norvegesi.

Nel settembre del 1966, organizza il primo simposio di fisiologia e biochimica delle emocianine, presso la Stazione Zoologica di Napoli; prima di una serie di conferenze sui pigmenti respiratori degli invertebrati.

Dal 1966 al 1968 è professore ordinario di fisiologia generale all'Università di Bari e dal 1969 al 1988 all'Università di Padova.

Sempre a Padova è direttore del centro del CNR, per lo studio della Fisiologia e biochimica delle Emocianine e delle altre metalloproteine e nello stesso periodo è anche direttore dell'Istituto di Biologia Animale

Nel 1992 è nominato professore emerito della facoltà di Scienze dell'Università di Padova.

Francesco Ghiretti è autore di oltre un centinaio di pubblicazioni su riviste scientifiche, monografie, trattati e direttore di collane di testi scientifici.

Ha ricevuto la medaglia d'oro del Ministero della Pubblica Istruzione "Per meriti eccezionali nel campo dell'educazione, della cultura, dell'arte".

tutti pazzi per la Civita