Pin It

Raffaele Del Ponte, pittore, scenografo, illustratore, nasce il 7 maggio 1813 a Chieti, e muore il 26 marzo 1872.

Del Ponte studiò disegno e pittura all'Istituto di Belle Arti di Napoli dove fu allievo del grande maestro napoletano Antonio Nicolini, scenografo al Teatro San Carlo di Napoli.

La sua vena artistica si espresse in vari campi: decorò chiese e palazzi; dipinse quadri d'altare e nature morte; realizzò scenografie e bozzetti scenografici; incise illustrazioni per libri e riviste.

Opere

  • Affresco dell'Assunta nella volta della Chiesa di Santa Chiara a Chieti
  • 7 "Trofei della Passione" ordinati dall'Arciconfraternita del Sacro Monte dei Morti nel 1855 per arricchire la Processione del Venerd√¨ Santo di Chieti. I gruppi furono eseguiti sotto la sua stessa direzione con l'aiuto degli artigiani Luigi e Paolo Anzellotti. Essi (portati a spalla durante la Processione) rappresentano ancora oggi i punti pi√Ļ cruciali della sacra rappresentazione.
  • Scenografie di opere teatrali e liriche. Tra esse: due scene teatrali dell'opera lirica ‚ÄúInes De Castro‚ÄĚ di Giuseppe Persiani di cui si conservano i bozzetti nel Museo d'Arte Costantino Barbella; la scenografia de ‚ÄúLa Prigione di Edimburgo‚ÄĚ (Melodramma semiserio in tre atti di Federico Ricci con poesia di Gaetano Rossi) rappresentato nel Real Teatro San Ferdinando in Chieti nella Primavera del 1843; la scenografia di ‚ÄúBeatrice di Tenda‚ÄĚ (Tragedia lirica di Vincenzo Bellini con libretto di Felice Romani)
  • Tavola disegnata e incisa nel 1854 con la veduta di Chieti che si trova contenuta nella strenna natalizia per Ferdinando II di Napoli
  • Album pittorico letterario abruzzese (edizione 1859-60), da lui curato sulla falsariga del Poliorama Pittoresco. La sua pubblicazione rappresenta una tappa fondamentale per la storia dell'iconografia regionale Abruzzese.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna