Pin It

Juan Del Prete, pittore, nasce il 5 ottobre 1897 a Vasto, e muore a Buenos Aires il 14 febbraio 1987.

Sebbene il suo iniziale contributo in ambito artistico sia legato all'introduzione in Argentina dell'astrazione visiva, attraverso due mostre di lavori propri nel 1933 e nel 1934 (entrambe tenutesi presso l'Asociación Amigos del Arte in Buenos Aires), la sua produzione, che si estende per un periodo di oltre quarant'anni, si caratterizza principalmente per la sperimentazione attuata in una varietà di stili modernisti.

Nato in Italia, Del Prete eigrò in Argentina nel 1909.

Studiò brevemente presso l'Accademia Perugino e la Mutualidad de Estudiantes de Bellas Artes di Buenos Aires, entrando a far parte del gruppo El Bermellón.

La maggior parte delle sue opere iniziali è di tipo figurativo e comprende opere a tema paesaggistico quali Nota campestre (1925).

Nel 1926, Del Prete si esibì sotto gli auspici dell'organizzazione Asociación Amigos del Arte, che gli conferì una borsa di studio per continuare la sua formazione all'estero.

Grazie ad essa Del Prete pot√© trascorrere il periodo 1929‚Äď1933 in Francia.

Del Prete era uno dei tanti artisti latino-americani che vivevano e lavoravano a Parigi, dove poté entrare in contatto con personalità quali Hans Arp, Massimo Campigli, Rachel Forner, Joaquín Torres García, Jean Hélion e Georges Vantongerloo.

Del Prete entrò a far parte del gruppo Abstraction-Création nel 1932.

A Parigi Del Prete pot√© esporre con il Salon des Surind√©pendants (1930‚Äď1933), il Salon des R√©alit√©s Nouvelles, gli Huit artistes du Rio de la Plata, la Galerie Castelucho-Diana e la Premi√®re Exposition du Groupe Latino-Americain de Paris (1930).

Inoltre la Galerie Zak organizzò una esibizione personale dell'artista nel 1930, così come la Galerie Vavin-Raspail nel 1931.

La sua produzione relativa a questo periodo comprende colorate composizioni geometriche dei quali abbiamo un esempio in Abstracción (1932). 

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna