Pin It

Enzo Muzii, giornalista, fotografo, regista, nasce il 13 gennaio 1926 ad Asmara, e muore a Velletri il 2 febbraio 2014.

Giornalista dal 1949 al 1962, si occupò di critica teatrale e cinematografica.

Dal 1963 divenne fotografo di professione. Rimase sempre legato ai luoghi della sua giovinezza: particolarmente cari furono gli anni trascorsi in Abruzzo presso villa Cavacini (citata nel suo romanzo: Silenzio, si vive) nel piccolo comune di Castel Frentano.

Esordì come regista nel film collettivo I misteri di Roma (1962), documentario su aspetti poco noti della capitale coordinato da Cesare Zavattini. Sempre con Zavattini (e Fiorenzo Carpi) collaborò alla sceneggiatura di Una sera come le altre di Vittorio De Sica, episodio di Le streghe (1967).

Per il cinema nell'estate del 1967 girò a Positano il suo primo film Come l'amore, con Annamaria Guarnieri e Alfred Lynch, vincitore dell'Orso d'argento al Festival del Cinema di Berlino del 1968. Successivamente diresse il film Una macchia rosa (1970).

Per la televisione: Alle origini della mafia (sceneggiato con Brando Giordani, da Leonardo Sciascia e Giandomenico Giagni), La signorina Else (dal racconto di Schnitzler), La singolare avventura di Francesco Maria (da un racconto di Brancati), Fosca (dal racconto di Tarchetti).

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna