Pin It

Giovanni Leonardo da Cutro, detto "il Puttino", nasce nel 1552 a Cutro, nella provincia di Crotone, in Calabria, e muore nel 1597.

Dal 1562, insieme a Giulio Cesare Polerio e a Paolo Boi, si reca nella penisola iberica vincendo tutti gli incontri disputati.

E’ stato il primo campione di scacchi "d'Europa e del Nuovo Mondo", incoronato nel 1575 alla Corte del Re Filippo II di Spagna.

La sua memorabile impresa rimase nella storia perché il giocatore rifiutò la grossa ricompensa messa in palio dal re per ottenere, in cambio, che il suo paese, Cutro, fosse proclamato "Città" e i suoi abitanti esentati dal pagamento delle tasse per un periodo di vent'anni.

L'impresa scacchistica è immortalata da un dipinto del pittore toscano Luigi Mussini, dal titolo "Sfida scacchistica alla Corte di Spagna", custodito dal Monte dei Paschi di Siena.

La vittoria del Puttino - perpetrata ai danni di monsignor Ruy López, vescovo di Segura - è ricordata, ogni anno, la sera del 12 agosto, nella piazza centrale di Cutro, dove è stata costruita una scacchiera pavimentale gigante in onore dell'illustre concittadino, attraverso una partita a scacchi viventi, con centinaia di figuranti.

Per queste ragioni, Cutro ha ricevuto il titolo di "Città degli Scacchi". Nel mese di aprile di ogni anno, ospita un rinomato torneo internazionale al quale partecipano talenti scacchistici di tutto il mondo.

Morì all'età di quarantacinque anni alla corte del principe di Bisignano, avvelenato per invidia.

Vedi anche: Torneo di scacchi

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna