Pin It

Giuseppe Costantino Dragan, imprenditore, nasce il 20 giugno 1917, a Lugoj, un municipio della Romania ubicato nel distretto di Timiş, nella regione storica del Banato, da dove inizia il suo percorso formativo.

Terminato il liceo, si iscrive all’Università di Bucarest, facoltà di Giurisprudenza.

Laureatosi nel 1938 ed assolto il servizio militare come artigliere, nel 1940 ottiene una borsa di studio dell’Istituto Italiano di Cultura e si trasferisce in Italia, dove frequenta la facoltà di Scienze Politiche ed Economiche dell’Università “La Sapienza” di Roma.

Qui conosce il grande filosofo del diritto Giorgio del Vecchio di cui diviene allievo, traducendo in romeno il suo celebre volume “Lezioni di filosofia del diritto”.

Conseguita la seconda laurea e concluso il dottorato in giurisprudenza, sempre a Roma, Giuseppe Costantino Dragan decide di rimanere in Italia. Inizia proprio in quegli anni a seguire la sua vocazione per gli affari che lo porta ben presto a tentare un’attività commerciale nel campo dei petroli, mediante importazioni dalla Romania.

Terminata la seconda Guerra Mondiale l’Italia, uscitane sconfitta, ha bisogno di tutto. Giuseppe Costantino Dragan intuisce le potenzialità economiche di questa situazione e, il 13 dicembre 1948, fonda la ButanGas Spa, specializzata nella distribuzione e nell’imbottigliamento del Gas di Petrolio Liquefatto (GPL).

Questa data segna una vera svolta nella sua esistenza e lo consacrerà industriale di livello internazionale.
Gli affari lo costringono a lasciare
Roma, città da lui profondamente amata, per trasferirsi a Milano. Il Capoluogo lombardo diventa così il suo centro operativo, la porta per l’Europa ed il mezzo per esprimerne appieno la cultura e la capacità imprenditoriale.

Di qui egli sviluppa ed afferma la sua personalità poliedrica. Oltre al successo imprenditoriale, infatti, Giuseppe Costantino Dragan inizia a dare il suo importante contributo in vari settori dello scibile umano.

Nel campo della teoria economica svolge una rilevante azione quale Vice Presidente ed in seguito Presidente, per due lustri, della Federazione Internazionale di Marketing, organizzando seminari e convegni e dando il suo apporto alla creazione di Associazioni di Marketing in vari paesi del Vecchio Continente.

Egli ha inoltre dato un grande impulso allo sviluppo delle relazioni commerciali internazionali, anche in qualità di membro attivo della Camera di Commercio Internazionale ed, in particolare, di fondatore della Camera di Commercio Italo-Romena (1973), divenuta col tempo un importante punto di riferimento per gli scambi fra i due paesi.

Europeista convinto, Giuseppe Costantino Dragan contribuisce grandemente allo sviluppo ed alla realizzazione dell’Ideale dell’Europa unita, non solo economicamente ma anche e soprattutto culturalmente, battendosi in tutti i più importanti Fori per l’affermazione ed il riconoscimento della “vera Europa” che va dall’Oceano Atlantico fino al 30° meridiano, dove inizia l’Eurasia.

Prova di questo fervore europeista è la pubblicazione, iniziata nel marzo del 1950, della rivista mensile Bulletin européen, libera tribuna dell’europeismo unica nel suo genere, edita tuttora versione bilingue (italiano e francese).

Da sempre sensibile al ruolo ed all’importanza della cultura, raggiunto il successo economico, Giuseppe Costantino Dragan si dedica con impegno alla realizzazione di un altro suo sogno: la creazione di una Fondazione Culturale di livello europeo.

Questi sforzi e questa passione portano alla nascita nel 1967 della Fondazione Europea Dragan, subito sviluppatasi con la creazione di sedi in varie capitali europee.

Compito della Fondazione è quello di favorire lo sviluppo della cultura nelle sue varie forme e manifestazioni, come importante fattore per l’unificazione dell’Europa e di diffondere l’ideale europeista.

Le altre ed innumerevoli attività di Giuseppe Costantino Dragan non sono riassumibili in poche righe.
E’ sufficiente però ricordare che egli è anche scrittore e storico di merito, come testimoniano le sue numerose opere che ha dato alle stampe in varie lingue e che ha ottenuto meritati riconoscimenti nel campo accademico come, ad esempio, la nomina a professore associato di
Marketing ed Economia Applicata alla Accademia di Studi Economici di Bucarest e quella a visiting Professor alla City University Business School di Londra.

Giuseppe Costantino Dragan è inoltre Membro della Accademia delle Scienze di New York e di Romania.

Muore a Palma di Majorca il 21 agosto 2008.

tutti pazzi per la Civita

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna