Pin It

Augusto De MarsanichAugusto De Marsanich, giornalista, politico, nasce il 13 aprile 1893 a Roma, dove muore il 10 febbraio 1973.

Dal 1950 al 1954 è stato segretario del Movimento Sociale Italiano.

 

Già deputato fascista, inizia la sua carriera politica come dirigente sindacale: è stato infatti presidente della Confederazione fascista dei lavoratori del commercio; quindi sottosegretario al ministero delle Comunicazioni dal 1935, e alla Marina mercantile dal 1939 (da entrambe le cariche cessò nel 1943).

Sua sorella, Gina De Marsanich, sposata con Carlo Pincherle, di fede ebraica, è la madre di Alberto Moravia.

Durante la Repubblica Sociale Italiana è stato presidente del Banco di Roma e successivamente, dell'Alfa Romeo.

Entrato nell'MSI poco dopo la sua costituzione, Augusto De Marsanich si distinse per equilibrio al primo congresso del partito, del 1948, con la famosa dichiarazione: ‚ÄúNon restaurare, non rinnegare‚ÄĚ.

Deputato della Repubblica Italiana dal 1953, e senatore dal 1968, sempre per l'MSI. Nel 1950 sostituì Giorgio Almirante alla segreteria del partito, fino al 1954, quando gli subentrò Arturo Michelini.

Dal 1955 fino alla morte fu presidente onorario del partito, oltre a reggere per pochi mesi la presidenza onoraria del Movimento Sociale Italiano ‚Äď Destra Nazionale, la nuova formazione nata dall'unione tra MSI e monarchici.

Alle elezioni per la presidenza della Repubblica nel 1964 prese, nelle ultime sei votazioni, tutte le preferenze del suo gruppo parlamentare, circa una quarantina, in aperta opposizione all'elezione di Giuseppe Saragat.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna